Italia markets open in 2 hours 54 minutes

Coronavirus, nel Milanese Cap posticipa bollette emesse a 1 giugno

Red-Asa

Milano, 20 mar. (askanews) - A causa dell'emergenza Coronovirus tutte le bollette già emesse dal Gruppo Cap, gestore del servizio idrico integrato dell'area metropolitana di Milano, qualunque scadenza riportino, potranno essere pagate senza nessun costo aggiuntivo entro il primo giugno. Lo ha comunicato la società attraverso una nota. Si tratta di mantenere sul territorio, nei bilanci dei Comuni e dei cittadini, circa 20 milioni di euro di liquidità. A tutti i fornitori invece verrà garantito un anticipo dei pagamenti delle prestazioni già effettuate, e sarà inoltre data loro possibilità di chiedere un anticipo del 20% del contratto per le prestazioni non ancora effettuate senza costi di polizza e fidejussione che saranno coperti da Cap.

L'azienda ha inoltre lanciato anche un'iniziativa, #acasaconcap, che suggerisce, attraverso la propria pagina Facebook, giochi per bambini a tema acqua, musica per adulti e ragazzi, ma anche attività pensate per le persone dell'azienda, come allenamenti e workout, corsi di formazione per coinvolgere tutti i colleghi e farli sentire più vicini, anche se solo virtualmente.

"Mai come quest'anno, la giornata mondiale dell'acqua che festeggeremo il 22 marzo rappresenta un momento di celebrazione non retorica. Sarà il momento in cui tutti insieme potremo dire grazie a tutte le persone che in questi giorni non si arrendono e lavorano per garantire a tutti i servizi essenziali" ha commentato Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo Cap. "È importante, allora, riaffermare il ruolo delle aziende pubbliche come la nostra che fanno e faranno tutto quello che è possibile per proteggere le proprie comunità" ha aggiunto.