Italia markets close in 5 hours 56 minutes

Coronavirus, "Profumerie aperte? Prodotti a volte indispensabili"

Asa

Milano, 12 mar. (askanews) - Se nel Dpcm che da ieri impone la chiusura degli esercizi commerciali non essenziali per fronteggiare l'emergenza Coronavirus non sono incluse le profumerie una ragione c'è: "Tra i prodotti essenziali e indispensabili per contribuire a contrastare l'emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19, attraverso l'attuazione di misure igieniche preventive, rientrano anche alcune categorie di cosmetici". Lo ha sottolineato il presidente di Cosmetica Italia (Federchimica-Confindustria) Renato Ancorotti, l'organizzazione più rappresentativa del settore cosmetici.

Questi beni, ha osservato dunque il rappresentante dei produttori, "devono quindi continuare ad essere messi a disposizione delle persone attraverso i canali dedicati. Tra questi prodotti, si possono segnalare quelli per l'igiene personale quotidiana, il cui utilizzo è raccomandato dalle stesse linee guida ministeriali laddove si prevede, tra i dieci principali comportamenti suggeriti, il lavaggio delle mani con sapone o, in sua assenza, l'impiego di un gel igienizzante".

Sono diversi i cosmetici per l'igiene personale che vengono impiegati ogni giorno dalla popolazione e che, come confermano le rilevazioni del Centro Studi di Cosmetica Italia sulle ultime due settimane di febbraio 2020, i cittadini continuano ad acquistare, alla ricerca di quei prodotti che aiutino prevenire il rischio di contagio da Coronavirus. "Il nostro interesse è continuare a garantire la disponibilità di prodotti essenziali per la vita personale e per contribuire al rispetto delle norme igieniche e di comportamento in un momento così delicato" ha sottolineato Ancorotti.

L'associazione Cosmetica Italia rappresenta oltre 560 imprese con 35.000 addetti diretti (200.000 nella filiera) e una fatturato 2019 di 11,9 miliardi di euro. Un meta-distretto di imprese che per il 54% si trovano in Lombardia, la regione più colpita dal virus, tra Crema, Cremona, la Brianza, Bergamo, Lodi e Milano.