Italia markets closed

Coronavirus, Ramenghi (Ubs): eurozona in recessione qualche mese -3-

Voz

Roma, 17 mar. (askanews) - "Da un punto di vista economico - dice ancora Ramenghi - una chiusura pressoché totale per un periodo limitato non necessariamente porta a una crisi. il rischio è che le piccole imprese in difficoltà si trovino la strada sbarrata nell'accedere al credito bancario. Ciò comporterebbe un aumento della disoccupazione e conseguentemente una spirale negativa fino a una recessione più profonda anche a livello globale. A fronte di questo rischio si stanno mobilitando ingenti risorse pubbliche. Abbiamo calcolato che a livello mondiale le manovre fiscali espansive già approvate ammontano a oltre lo 0,9% del Pil, ma saliranno ancora. In Italia siamo vicini all'1,5%".

"Inoltre le banche centrali stanno reagendo con veri e propri 'bazuka'. La Federal Reserve ha tagliato i tassi due volte nel giro di pochi giorni, portandoli vicino a zero e annunciando emissioni di liquidità per 700 miliardi di dollari. Anche la Bce ha annunciato misure importanti ma con un ammontare più contenuto e con una comunicazione che ha affettivamente deluso gli investitori. Nonostante questo ci aspettiamo che anche la Bce in un prossimo futuro faccia di più".(Segue)