Italia markets closed

Coronavirus, sindacati: blocco delle fabbriche fine al 22 marzo -2-

Vis

Roma, 12 mar. (askanews) - I sindacati sono favorevoli ad escludere dal fermo produttivo le aziende che svolgono servizi pubblici essenziali e quelle che producono materiali sanitari, nonché i lavoratori che garantiscono la salvaguardia degli impianti e quelli già collocati in smart working. "Chiediamo quindi di concordare fermate produttive coperte - aggiungono Fim, Fiom e Uilm - innanzitutto con strumenti contrattuali o con eventuali ammortizzatori sociali ove previsti dalla normativa; in mancanza di ciò dichiariamo sin d'ora l'astensione unilaterale nazionale nell'intero settore merceologico, a prescindere dal contratto utilizzato. A copertura di ciò proclamiamo lo sciopero per tutte le ore necessarie. Eventuali periodi di fermata inferiori potranno essere concordati con la rappresentanza sindacale o con le organizzazioni sindacali territoriali previa verifica dell'adozione di tutte le misure sanitarie possibili".