Italia markets closed

Coronavirus, Trump: “Il vaccino è vicino”. Wall Street apre in rialzo, ma poi gira in rosso

Antonio Cardarelli
Coronavirus, Trump: “Il vaccino è vicino”. Wall Street apre in rialzo, ma poi gira in rosso

Trump ottimista sulla messa a punto di un vaccino contro il coronavirus, i principali indici di Wall Street aprono in rialzo dopo la caduta di ieri

“Il coronavirus è sotto controllo negli Usa e il vaccino è molto vicino”. A dare una speranza concreta nella lotta contro la diffusione dell’epidemia di coronavirus è il presidente Usa Donald Trump, aggiungendo che gli americani colpiti dal virus arrivato (53 finora) dalla Cina “si stanno riprendendo”. Ottimismo che sembrava - almeno all'inizio - condiviso anche da Wall Street, che in apertura di seduta oggi faceva segnare timidi rialzi. Ma già un'ora dopo l'apertura, i principali indici della Borsa Usa hanno virato in negativi: S&P500 -0,56%, Nasdaq -0,50%, Dow 30 -0,36%.

MODERNA INC

Le dichiarazioni del presidente Usa arrivano dopo la notizia rilanciata dal Wall Street Journal sui test in corso da parte della casa farmaceutica Moderna Inc. che avrebbe messo a punto il vaccino contro il Covid-19. L’azienda avrebbe spedito il primo lotto di vaccini al governo Usa che, a breve, lancerà una sperimentazione su cavie umane per testarne l’efficacia.

TEST ENTRO APRILE

L'Istituto Nazionale delle Allergie e Malattie Infettive potrebbe cominciare i test entro la fine di aprile su 20-25 volontari sani e i risultati potrebbero arrivare tra luglio e agosto. Una notizia, quella relativa al vaccino in fase di sperimentazione, che arriva dopo la richiesta al Congresso da parte dello stesso Trump di investire 2,5 miliardi di dollari per contrastare l’emergenza.

SCETTICISMO DELL'OPPOSIZIONE

La risposta piccata dell’opposizione democratica non si è fatta attendere (“investimenti insufficienti e in parte presi da altri programmi sanitari”) ma da Wall Street sembravano arrivare segnali incoraggianti.

FUTURES DI WALLS STREET POSITIVI

Per tutta la mattinata italiana, infatti, i futures dei principali indici della Borsa Usa avevano segnato rialzi compresi tra lo 0,40 e lo 0,70 per cento. Ma, come detto in apertura, dopo i rialzi di inizio seduta gli indici sono tornati in territorio negativo.