Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.699,19
    +150,66 (+0,44%)
     
  • Nasdaq

    13.793,94
    +161,10 (+1,18%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    65,01
    +0,30 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    47.669,11
    +312,98 (+0,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.502,66
    +66,88 (+4,66%)
     
  • Oro

    1.833,30
    +17,60 (+0,97%)
     
  • EUR/USD

    1,2158
    +0,0090 (+0,74%)
     
  • S&P 500

    4.231,89
    +30,27 (+0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8689
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0962
    +0,0015 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,4757
    +0,0095 (+0,65%)
     

Coronavirus, vaccino candidato "induce forte risposta immunitaria"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Risultati positivi dallo studio di fase I-II sul candidato vaccino BionTech e Pfizer. I dati iniziali dello studio tedesco in corso, in aperto, non randomizzato, non controllato con placebo, che fa parte del programma globale sui vaccini a base di mRna contro Sars-CoV-2 - disponibili online su medRxiv e contemporaneamente sottoposti a peer review scientifica per potenziali pubblicazioni - mostrano che il candidato vaccino induce una forte risposta immunitaria contro il virus.

I risultati clinici preliminari sono relativi al candidato al vaccino sperimentale più avanzato nel programma vaccinale Pfizer e BionTech BNT162: BNT162b1. I dati preliminari sono relativi a un totale di 60 adulti sani tra 18 e 55 anni arruolati nello studio. Di questi, 12 soggetti per livello di dose (1 µg, 10 µg, 30 µg e 50 µg; 48 partecipanti in totale) sono stati vaccinati con BNT162b1 il giorno 1 e il giorno 22, mentre altri 12 partecipanti hanno ricevuto una singola iniezione di 60 µg.

Il vaccino ha indotto titoli di anticorpi neutralizzanti elevati e dose-dipendenti e concentrazioni di IgG dopo la seconda dose. Inoltre i risultati iniziali della sperimentazione tedesca dimostrano, per la prima volta per il candidato BNT62b1, un'induzione simultanea di risposte di cellule T CD4 + e CD8 + di alto livello contro Sars-CoV-2. La forza delle risposte delle cellule T variava tra i soggetti. Nel complesso, "i dati hanno suggerito che BNT162b1 potrebbe essere potenzialmente somministrato in modo sicuro, con un profilo di tollerabilità gestibile", si legge in una nota.

Le reazioni locali e gli eventi sistemici dopo l'iniezione del candidato vaccino a tutte le dosi sono stati transitori, generalmente da lievi a moderati, con eventi occasionali di sintomi simil-influenzali e reazioni nel sito di iniezione. Tutti gli eventi avversi si sono risolti spontaneamente e sono stati gestiti con semplici misure. Non sono stati segnalati eventi avversi gravi correlati al vaccino. "È incoraggiante che i dati su BNT162b1 della coorte di studio tedesca siano molto in linea con ciò che abbiamo visto nella coorte di studio degli Stati Uniti. I dati preliminari indicano che il nostro vaccino a base di mRNA è stato in grado di stimolare le risposte degli anticorpi e delle cellule T a livelli di dose notevolmente bassi", ha dichiarato Özlem Türeci, Cmo e co-fondatore di BionTech.

"Questi risultati provvisori dello studio tedesco, combinati con i dati iniziali dello studio americano, evidenziano il potenziale di questo approccio vaccinale e rappresentano un importante passo avanti nei nostri sforzi di sviluppo per il programma BNT162", ha affermato Kathrin U. Jansen, Senior Vice President e Head of Vaccine Research & Development Pfizer. "Rimaniamo concentrati nello sviluppo di un vaccino efficace per combattere la pandemia di Covid-19". Le aziende stanno programmando un trial di sicurezza ed efficacia di Fase IIb/III, che potrà coinvolgere fino a 30.000 partecipanti sani e dovrebbe iniziare alla fine di questo mese.