Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.267,85
    -196,72 (-0,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Coronavirus, Verdi: sosteniamo appello italo-tedesco su coronabond

·1 minuto per la lettura

Roma, 2 apr. (askanews) - Gli esponenti dei Verdi-Europa Verde Angelo Bonelli ed Elena Grandi, tra i primi firmatari dell'appello lanciato dagli eurodeputati tedeschi Alexandra Geese e Sven Giegold - e alla parlamentare tedesca dei Grünen Franziska Brantner, sostengono l'appello congiunto italo-tedesco ai Governi di tutti gli Stati membri e alle Istituzioni dell'UE: solidarietà europea subito. "L'Italia, - affermano Grandi e Bonelli , - è stato il primo Paese europeo a essere colpito dalla pandemia, pagando un prezzo elevatissimo. Eppure non smette di offrire il proprio contributo agli altri Paesi, aiutandoli a prevenire tremende sofferenze. Di fronte a questa crisi che ci riguarda tutti è evidente l'importanza della cooperazione europea: è il momento di compiere con coraggio passi comuni per superare la paura. Con l'appello che diffondiamo oggi, già sottoscritto da importanti personalità come Mario Monti, Massimo Cacciari, Enrico Letta, Mario Tozzi, Massimo Bray, Mario Catania, ci proponiamo di dare un contributo determinante per sbloccare la situazione in previsione della riunione dell'Eurogruppo del prossimo 7 aprile. Siamo convinti, - concludono gli ambientalisti, - che tutte le Istituzioni europee, ciascuna nell'ambito del proprio mandato, come pure gli Stati membri, debbano unirsi e compiere uno sforzo convergente per inviare segnali chiari ai mercati grazie alla creazione di strumenti finanziari comuni, alla condivisione degli oneri e alla pianificazione dell'uscita dalla crisi, integrando nella strategia la transizione verde, e la trasformazione digitale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli