Italia markets closed

Coronavirus New York, si suicida malato di cancro risultato positivo

coronavirus new york

L’uomo di 66 anni era ricoverato in un ospedale di New York per un cancro alla gola, ma ha deciso di togliersi la vita dopo aver scoperto di essere positivo al coronavirus.

Coronavirus New York, si suicida in ospedale

Un uomo di 66 anni si è tolto la vita nella serata di giovedì 26 marzo nell’ospedale NewYork Presbyterian Hospital, nell’Upper East Side Manhattan. L’uomo era ricoverato per un cancro alla gola, ma non ha retto alla notizia della sua positività al coronavirus, decidendo così per il suicidio.

L’uomo è stato trovato nella sua stanza d’ospedale in cui era in isolamento dalle infermiere che hanno provato a rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare, visto che l’uomo era già esanime al loro arrivo. Sul posto poi è accorsa anche la polizia newyorkese che al NYpost ha raccontato la vicenda nei minimi dettagli. Tra le cause del suicidio, possibile miscuglio di farmaci, quindi morte per overdose.

La situazione in USA

Stando agli ultimi dati raccolti dalla Johns Hopkins University , gli Usa hanno superato l‘Italia e la Cina per numeri di contagi: 103.942, contro gli 83.492 in Italia e gli 81.897 in Cina. Inoltre, nelle ultime 24 ore si sono registrati 345 morti, un record da quando l’epidemia si è propata negli Stati Uniti.

A questo proposito, per far fronte all’emergenza sanitari, oltre che a quella economica che già si sta facendo sentire in tutto il mondo, Donald Trump ha deciso di firmare, promulgando quindi in legge il pacchetto da 2.000 miliardi di dollari aiuti all’economia americane. Stimoli che “concederanno l’aiuto di cui c’è urgentemente bisogno“, dice Trump.