Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.063,96
    +93,49 (+0,28%)
     
  • Nasdaq

    14.770,64
    +56,74 (+0,39%)
     
  • Nikkei 225

    29.839,71
    -660,34 (-2,17%)
     
  • EUR/USD

    1,1736
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    36.190,36
    -1.484,55 (-3,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.057,84
    -6,00 (-0,56%)
     
  • HANG SENG

    24.221,54
    +122,40 (+0,51%)
     
  • S&P 500

    4.366,61
    +8,88 (+0,20%)
     

Cos'è la sindrome dell'ovaio policistico

·7 minuto per la lettura
Sindrome dell'ovaio policistico
Sindrome dell'ovaio policistico

Le donne con la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) hanno troppi ormoni maschili e non abbastanza ormoni femminili. Ciò rende l’ovulazione rara o irregolare.

Fino all’80% delle donne che hanno la PCOS sono obese, e di solito portano peso extra intorno alla vita. Più del 70% ha una crescita eccessiva di peli sul viso, sul petto, sul basso ventre, sulla schiena o sulle cosce.

Cos’è la sindrome dell’ovaio policistico

Le donne con la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) hanno troppi ormoni maschili. Se non trattato, questo squilibrio ormonale può influenzare tutte le aree del corpo e aumentare il rischio di diverse condizioni, tra cui diabete, malattie cardiache e infertilità.

Le donne normalmente ovulano ogni mese quando un follicolo ovarico si apre e rilascia un ovulo maturo nelle tube di Falloppio. Se hai la PCOS, un eccesso di ormoni maschili impedisce all’ovulo di maturare e di essere rilasciato, quindi rimane all’interno del suo follicolo pieno di fluido. Molte donne con PCOS hanno ovaie ingrossate che contengono gruppi di queste piccole cisti. Senza il normale sviluppo del follicolo e l’ovulazione, i livelli di ormoni maschili rimangono alti, gli ormoni femminili diventano squilibrati e il ciclo si ripete.

In questo caso è ancor più complesso riuscire a individuare l’ovulazione, proprio perché i cicli sono molto irregolari ed è difficile prevederne l’arrivo.

Molte donne con PCOS hanno resistenza all’insulina, il che significa che il corpo non può elaborare il glucosio (zucchero) in modo efficiente. Quindi, l’insulina extra è necessaria per spingere il glucosio nelle cellule dove viene immagazzinato per l’energia. Troppa insulina può aumentare l’appetito e portare a un aumento di peso e alla produzione di ormoni maschili extra.

La PCOS colpisce dal 5 al 10% delle donne in età fertile, rendendola la causa più comune di infertilità femminile.

Quali sono le cause della PCOS?

Gli esperti non sono sicuri. La PCOS tende a correre nelle famiglie, quindi i ricercatori credono che la genetica sia coinvolta. Anche la dieta o le tossine ambientali possono essere fattori decisivi.

La spiegazione più probabile è una combinazione di fattori genetici e ambientali.

I sintomi della PCOS

Ogni donna con PCOS ha livelli ormonali unici e fluttuazioni, quindi i segni della condizione variano da una donna all’altra. Fino all’80% delle donne che hanno la PCOS sono obese, e di solito portano peso extra intorno alla vita. Più del 70% ha una crescita eccessiva di peli sul viso, sul petto, sul basso ventre, sulla schiena o sulle cosce.

Altri segni di PCOS includono:

  • Mestruazioni irregolari o inesistenti

  • Sanguinamento molto leggero, molto pesante o imprevedibile durante le mestruazioni

  • Problemi di pelle come acne, macchie scure, o tag (piccoli lembi di pelle in eccesso nelle ascelle o intorno al collo)

  • Diradamento dei capelli sul cuoio capelluto

  • Apnea notturna

  • Difficoltà di concepimento

Come viene diagnosticata la sindrome dell’ovaio policistico?

Un medico valuta i sintomi, discute con te la tua storia medica e ti fa un esame fisico, compresi gli esami del sangue per misurare i livelli ormonali. Viene fatta un’ecografia per verificare la presenza di cisti nelle ovaie.

Per diagnosticare la PCOS, devi avere almeno due di questi tre segni:

  • Mestruazioni irregolari o assenti

  • Alti livelli ematici di ormoni maschili, o sintomi correlati come una maggiore crescita dei capelli o perdita di capelli maschile

  • Numerose piccole cisti in una o entrambe le ovaie

Opzioni di trattamento della PCOS

Attualmente non esiste una cura per la PCOS, ma ci sono dei passi che puoi fare per affrontare i sintomi fastidiosi. Il modo in cui tu e il tuo medico scegliete di gestire la condizione dipenderà in gran parte dai tuoi obiettivi, come aumentare la fertilità, regolare i cicli, o affrontare i peli indesiderati del corpo.

Ecco alcune opzioni di trattamento per la PCOS se non stai cercando di rimanere incinta:

  1. La pillola: la pillola anticoncezionale che contiene sia estrogeni che progestinici può correggere uno squilibrio ormonale. La pillola aiuta a regolare le mestruazioni, riduce i problemi della pelle e limita la crescita anormale dei capelli per tutto il tempo in cui la prendi. La “mini-pillola” di solo progestinico può anche regolare il tuo ciclo e prevenire la gravidanza, ma non tratta l’acne o i problemi di crescita dei capelli.

  2. La metformina: non è ormonale e non fornisce il controllo delle nascite, ma può aiutare a regolare il ciclo nel 30-50% delle donne con PCOS. Può anche aiutare ad abbassare i livelli di insulina, ridurre il peso sopprimendo l’appetito e trattare la crescita dei capelli in eccesso.

sindrome dell'ovaio policistico ecografia
sindrome dell'ovaio policistico ecografia

Gravidanza e PCOS

Si può rimanere incinta con la PCOS? Sì, ecco alcune opzioni di trattamento per la PCOS se vuoi rimanere incinta:

  1. Perdita di peso: se sei in sovrappeso, la perdita di peso può aiutare l’ovulazione. Ciò può rendere i cicli più regolari.

  2. Farmaci: il tuo medico può prendere in considerazione diversi farmaci, compresi questi:

  • Clomifene: se perdere peso non ti aiuta a iniziare a ovulare regolarmente, prendere il farmaco per la fertilità clomifene citrato è di solito il passo successivo. Circa l’80% delle donne ovulano entro i primi tre mesi dall’inizio del trattamento con il clomifene. Di queste donne, il 30-40% rimane incinta entro il terzo ciclo di trattamento.

  • Letrozolo: molti esperti ora raccomandano il farmaco letrozolo per aiutare l’ovulazione. Un recente studio su donne con PCOS ha scoperto che il letrozolo era più efficace del clomifene nel regolare l’ovulazione e ha portato a più nascite.

  • Metformina: il farmaco insulino-sensibilizzante metformina aiuta anche con l’ovulazione. Puoi prendere questo farmaco da solo o in combinazione con clomifene o letrozolo.

  • Gonadotropine: se altri farmaci non funzionano, il medico può suggerire un trattamento con gonadotropine, farmaci iniettabili che stimolano l’ovulazione e lo sviluppo di più ovuli. Quasi tutte le donne con PCOS che usano le gonadotropine ovulano e circa il 60 per cento rimane incinta.

  1. Trattamento della fertilità: il tuo medico può suggerire la fecondazione in vitro (IVF). Questa procedura consiste nel mettere insieme l’ovulo e lo sperma in una procedura di laboratorio che porta alla fecondazione. Poi l’embrione viene trasferito nel tuo utero dove si spera che si impianti e si sviluppi in un bambino. Il tasso di gravidanza varia a seconda dell’età e dei problemi di fertilità della coppia, ma le donne con PCOS hanno generalmente la stessa possibilità di rimanere incinta attraverso la FIVET delle donne con altri problemi di fertilità.

  2. Chirurgia: se non rispondi a questi trattamenti o se scegli di non usarli, una procedura chirurgica chiamata perforazione ovarica può essere un’opzione. In questa tecnica, un chirurgo fa delle piccole incisioni nell’addome e crea dei piccoli fori nelle ovaie. Questo può abbassare il livello di ormoni maschili e può aiutare l’ovulazione.

A differenza delle medicine orali e iniettabili, la perforazione ovarica è un trattamento una tantum. Gli effetti sono solo temporanei, ma circa il 50% delle donne rimane incinta entro un anno dall’intervento.

Consigli per affrontare la sindrome dell’ovaio policistico

  1. Se sei in sovrappeso, fai esercizio fisico e prova una dieta ben bilanciata. Perdere peso può aiutare a regolare le mestruazioni, abbassare il colesterolo e persino aiutare a eliminare l’acne e l’eccessiva crescita dei peli. Se sei insulino-resistente, fare esercizio fisico aiuta il tuo corpo a processare l’insulina. Chiedi al tuo medico di consigliarti un buon programma di perdita di peso.

  2. Un esame pelvico è importante per monitorare i cambiamenti nelle ovaie o nell’utero. Esami regolari aiutano anche a rilevare segni precoci di cancro endometriale, che è un rischio per le donne che hanno cicli irregolari. Il sangue può essere testato a intermittenza per tenere traccia dei cambiamenti ormonali.

  3. Limitare il rischio di cancro endometriale regolando le mestruazioni con un metodo contraccettivo. L’elettrolisi o la ceretta rimuovono i peli del viso e del corpo in eccesso.

Si può prevenire la sindrome dell’ovaio policistico?

Non c’è modo di prevenire la PCOS, ma la diagnosi precoce e il trattamento sono i modi migliori per controllare i sintomi.

Se i tuoi cicli sono irregolari o inesistenti, consulta un ginecologo per aiutarti a regolare il tuo ciclo mestruale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli