Italia markets close in 2 hours 2 minutes
  • FTSE MIB

    22.148,40
    +219,59 (+1,00%)
     
  • Dow Jones

    31.438,26
    -62,42 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    11.524,55
    -83,07 (-0,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.049,47
    +178,20 (+0,66%)
     
  • Petrolio

    110,77
    +1,20 (+1,10%)
     
  • BTC-EUR

    19.926,26
    -387,24 (-1,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    458,96
    -2,84 (-0,61%)
     
  • Oro

    1.825,70
    +0,90 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,0534
    -0,0052 (-0,50%)
     
  • S&P 500

    3.900,11
    -11,63 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    22.418,97
    +189,45 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.562,11
    +23,23 (+0,66%)
     
  • EUR/GBP

    0,8619
    -0,0008 (-0,09%)
     
  • EUR/CHF

    1,0076
    -0,0040 (-0,40%)
     
  • EUR/CAD

    1,3531
    -0,0092 (-0,67%)
     

Così il Covid aumenterà i precari e favorirà i competenti

·Business editor L'Huffington Post
·1 minuto per la lettura
An employee prepares a package for shipment at the Amazon logistics centre in Suelzetal near Magdeburg, eastern Germany, on Mai 12, 2021. - The US online sales giant had opened the new warehouse in Saxony-Anhalt in August 2020. (Photo by Ronny Hartmann / AFP) (Photo by RONNY HARTMANN/AFP via Getty Images) (Photo: RONNY HARTMANN via Getty Images)
An employee prepares a package for shipment at the Amazon logistics centre in Suelzetal near Magdeburg, eastern Germany, on Mai 12, 2021. - The US online sales giant had opened the new warehouse in Saxony-Anhalt in August 2020. (Photo by Ronny Hartmann / AFP) (Photo by RONNY HARTMANN/AFP via Getty Images) (Photo: RONNY HARTMANN via Getty Images)

Nell’Italia che prova ad agganciare la ripresa in un clima misto di fiducia e aspettativa, c’è una coda velenosa che apre invece a sei mesi di grande incertezza. Sei mesi - dal primo luglio, quando si potrà tornare a licenziare, all’inizio del prossimo anno - in cui ci giocheremo la possibilità di recuperare quel quasi milione di posti di lavoro persi in un anno. Ma la dimensione quantitativa della questione non è sufficiente a inquadrare l’onere della sfida perché sappiamo già - e questo lo sottolinea oggi il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco nelle sue Considerazioni finali - che non ci sarà un riassorbimento ordinato: il commesso che sarà licenziato non troverà lavoro in un altro negozio o comunque non con le stesse possibilità di prima. Il carattere inedito della crisi provocata dal Covid è tutto qui. Dove va, quindi, il mondo del lavoro? Huffpost ha messo in fila un po’ di elementi per provare a intercettare alcune tendenze che stanno prendendo forma.

Una transizione disordinata

Il punto di partenza è la consapevolezza che anche la transizione sarà disordinata. Usciamo da una crisi estremamente settoriale, che ha colpito il lavoro autonomo e le partite Iva molto più degli statali, e alcuni settori - la ristorazione e i servizi legati al turismo - più di altri. A questo elemento, che dà origine a possibilità di uscite differenti (il commesso di un negozio rischia più di un operaio di una fabbrica che produce lavastoviglie) e a flussi di portata disomogenea all’interno dello stesso comparto (chi lavora nel tessile è più debole rispetto a un lavoratore impiegato nell’alimentare) va aggiunta la componente della trasformazione del sistema produttivo. Iniziata prima del Covid, congelata dal virus, e che ora si appresta a irrobustirsi con i soldi del Recov...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli