Italia markets open in 8 hours 50 minutes
  • Dow Jones

    33.912,44
    +151,39 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    13.128,05
    +80,87 (+0,62%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • EUR/USD

    1,0166
    -0,0092 (-0,89%)
     
  • BTC-EUR

    23.638,71
    -424,44 (-1,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    571,41
    -19,35 (-3,28%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • S&P 500

    4.297,14
    +16,99 (+0,40%)
     

Costruzioni, Donati (Ance Giovani): "Dopo 12 anni di crisi ripartiamo, ma abbiamo perso competenze"

·3 minuto per la lettura

"Noi siamo un settore che in questo momento sta vivendo una nuova ripartenza, dopo 12 anni di crisi. Ma ci portiamo dietro un bagaglio non molto bello, che è la perdita di competenze sia dal punto di vista della perdita delle imprese, perché decine di migliaia sono fallite, sia per i 600mila posti di lavoro persi con la contrazione del 33% del valore aggiunto del settore". Lo dice all'Adnkronos Angelica Donati, eletta nuovo presidente dei Giovani dell'Ance, l'associazione che riunisce i costruttori edili.

"Adesso - continua - c'è una forte ripartenza. Quest'anno il settore delle costruzioni crescerà del 15%. E' il motore trainante della crescita in Europa, ma abbiamo una carenza importante degli addetti ai lavori, a livello trasversale in tutte la categorie del mestiere. Solo per rispondere alla domanda attuale, senza pensare alla crescita futura che sicuramente ci sarà man mano che verrà implementato il Pnrr, mancano 265 mila posti", ricorda Donati.

C'è poi un altro tema, evidenzia la neopresidente dei giovani dell'associazione, che è legata alla formazione, ed è quello dell'educazione: "Oltre all'effetto negativo della crisi, c'è anche un problema di immagine, che non è solo italiano ma universale, ed è che i giovani non vogliono lavorare nelle costruzioni, perché pensano che ci sia una soddisfazione inferiore rispetto ad altri settori. Ma è solo un problema di percezione. Abbiamo un progetto da anni, chiamato Macroscuola, che è un concorso di idee che facciamo con le scuole medie per aiutarli a pensare da costruttori. Si inizia per gioco, ma serve a instradare verso il pensiero di quali opportunità potrebbero avere in questo settore. Ma è anche importante sensibilizzare i genitori", dice ancora Donati.

I rischi dell'inflazione - Il forte aumento dei prezzi "è un problema enorme che rischia di uccidere la ripartenza mentre è ai suoi albori. Fenomeni di questo tipo sono così estremi che non si può pensare che le imprese vadano avanti senza un'azione decisa a livello istituzionale".

"Sicuramente quello che è stato fatto per il primo semestre è stato un buon primo passo, ma non è sufficiente. Le imprese devono sapere che anche successivamente verranno tutelate", spiega e aggiunge: "Ma anche questa tutela andrà implementata, perché finora è stata solo parziale. E' un segnale, ma non è sufficiente ad aiutare realmente le imprese a colmare i gap. E siccome le tempistiche sono abbastanza lente, siamo a fine anno e si parla dei primi mesi del prossimo anno prima che si possa ottenere la compensazione, per le imprese c'è anche un problema di cash flow", afferma Donati.

Il programma dei giovani - "Da gennaio - annuncia il neo presidente - metteremo in cantiere tutti i nostri progetti, che saranno tutti declinati su innovazione e sostenibilità. Abbiamo in mente progetti con le startup del settore, per creare un circolo virtuoso con le imprese. Abbiamo intenzione di creare un percorso di formazione su sostenibilità e innovazione" mentre "sull'economia circolare vogliamo cercare di aiutare le istituzioni a sviluppare le loro incentivazioni nel modo migliore per le imprese, così che siano declinate in chiave sostenibile".

La pandemia - "L'Italia ha una situazione epidemiologica migliore di altri, per cui il governo sta facendo qualcosa di buono in questo senso. Da cittadino dico che è nostra responsabilità e nostro dovere - sostiene Donati - seguire le indicazioni di chi è medico. Abbiamo un comitato scientifico nazionale che dà le linee guida per la tutela della salute dei cittadini, che è la priorità".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli