Italia markets open in 7 hours 43 minutes
  • Dow Jones

    27.463,19
    -222,19 (-0,80%)
     
  • Nasdaq

    11.431,35
    +72,41 (+0,64%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1777
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    11.619,22
    +59,51 (+0,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    270,38
    +9,09 (+3,48%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.390,68
    -10,29 (-0,30%)
     

Covid-19, Iata riduce outlook traffico aereo 2020 su persistenza crisi

·1 minuto per la lettura
Logo dell'International Air Transport Association (Iata) a Ginevra
Logo dell'International Air Transport Association (Iata) a Ginevra

PARIGI (Reuters) - Le compagnie aeree hanno ridotto le stime sul traffico aereo nel 2020, dopo aver visto il breve rimbalzo estivo esaurirsi a causa di nuovi picchi di casi di coronavirus e all'imposizione di nuove restrizioni sui viaggi.

Il traffico di passeggeri su base annua calerà del 66%, secondo le stime fornite dall'International Air Transport Association (Iata), riviste al ribasso rispetto al -63% stimato in precedenza.

"Il miglioramento visto nei mesi estivi si è praticamente fermato", ha detto il capo economista Iata, Brian Pearce. Il traffico in agosto è calato del 75,3% per quanto riguarda il numero dei passeggeri e la distanza coperta in volo. La rilevazione per il mese di luglio mostra un calo del 79,5%.

Le compagnie aeree stanno facendo pressione sui governi per evitare l'imposizione di quarantene e di altre restrizioni ai viaggi, considerate come fattori aggravanti della flessione del traffico aereo, chiedendo invece la rapida diffusione di test per il Covid-19 negli aeroporti.

I fattori di carico, che misurano la proporzione di velivoli riempiti, sono calati il mese scorso di 27,2 punti, ai minimi storici del 58,5%.

"Il settore si sta riprendendo ma sembra che continuerà a consumare liquidità", ha detto Pearce. Le perdite continueranno a crescere nel corso del 2020, considerando i dati deboli in termini di prenotazioni per il quarto trimestre.

Il breve miglioramento di agosto è legato alle tratte a livello nazionale, in calo oltre il 50% su base annua, mentre le tratte internazionali mostrano una contrazione dell'88%.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Roma Francesca Piscioneri, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com,+4858775278)