Italia markets closed

Covid, in Campania rimarrà l'obbligo di mascherina dopo il 1 giugno

coronavirus-de-luca-mascherine

Durante il suo consueto appuntamento con in diretta streaming, il presidente della Campania Vincenzo De Luca ha ribadito l’obbligo mascherina all’interno dei confini regionali, anche dopo la data del 1° giugno quando invece altri territori italiani inizieranno ad allentare le restrizioni in merito. Nel suo intervento, De Luca ha inoltre annunciato il divieto di vendita di alcolici da asporto dalle 22 alle 6 del mattino, sulla falsariga dell’analogo provvedimento adottato dal sindaco di Milano Beppe Sala la scorsa settimana.

Coronavirus, De Luca sull’obbligo di mascherine

Nel ribadire il mantenimento dell’obbligo di mascherina anche all’aperto, De Luca ha dichiarato: Non abbassate la mascherina quando parlate a cinquanta centimetri di distanza, perché è esattamente quella la situazione nella quale va tenuta alzata, se no che ve la mettete a fare? [] Lo so pure io che fa caldo, ma che dobbiamo fare?“.

Un provvedimento in controtendenza con quello adottato ad esempio dalla Regione Veneto, il cui presidente Luca Zaia ha previsto per il 1° giugno la fine dell’obbligo di mascherina all’aperto, mantenendolo soltanto nei luoghi chiusi e dove non sia possibile il mantenimento della distanza di sicurezza.

Il presidente campano ha poi posto l’accento della questione sui cosiddetti droplet, cioè le piccole goccioline di saliva che diffondendosi possono facilitare enormemente il contagio da coronavirus: “Proprio quando c’è un colloquio ravvicinato si possono trasmettere le micro-goccioline di saliva. […] Una cosa che non è complicata da capire: basta rifletterci un attimo. Quindi, un po’ di sacrificio: manteniamo le mascherine perché queste ci evitano di diffondere del contagio”.