Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.381,35
    -256,37 (-1,13%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,26 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,14 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.519,18
    -179,08 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    52,04
    -1,53 (-2,86%)
     
  • BTC-EUR

    30.125,50
    +27,72 (+0,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    701,93
    -33,21 (-4,52%)
     
  • Oro

    1.827,70
    -23,70 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.573,86
    +77,00 (+0,27%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,55
    -41,82 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8887
    +0,0010 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0759
    -0,0034 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5369
    +0,0008 (+0,05%)
     

Covid, Castelli: "Veloci verso scostamento bilancio per dare risposte"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Per dare risposte al Paese e alle imprese bisogna "che il Parlamento approvi quanto prima un nuovo scostamento di bilancio". Così la viceministra dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in un post sui social. "Adesso si deve accelerare e dobbiamo chiudere entro fine mese, per dare un nuovo sostegno alle imprese" sottolinea.

"Continuo, ogni giorno, - spiega Castelli - a leggere i molti messaggi che mi arrivano, dai gestori degli impianti di sci e dai suoi insegnanti, da imprese che non sono riuscite a pagare alcune tasse o hanno una mole di cartelle che vorrebbero mettere a posto con il Fisco, o da parte di tante attività che, nel 2020, hanno perso davvero tanto e non hanno ricevuto ristori, perché come Stato non li abbiamo fatti chiudere. Ricevo anche telefonate da Sindaci, che devono chiudere i conti e vogliono continuare a garantire tutti i servizi pubblici essenziali".

"A tutti loro dobbiamo dare ulteriori risposte, ora. E per farlo - sottolinea - è necessario che il Parlamento approvi quanto prima un nuovo scostamento di bilancio". "È nostro dovere di eletti pensare solo a dare risposte al Paese, senza perdere tempo in pseudo crisi che nessuno comprende. Dobbiamo correre. Senza sacrificare dialogo e confronto, necessari per individuare le opportune convergenze, sia al Governo che in Parlamento” conclude il Vice Ministro.