Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    29.974,78
    -462,41 (-1,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Covid, con la pandemia oltre 100 milioni di lavoratori ridotti in povertà

Oltre 100 milioni di lavoratori sono stati ridotti in povertà dalla pandemia. Rispetto al 2019, sono 108 milioni in più le persone classificate come povere o estremamente povere. E' questo il dato contenuto nel rapporto dell'Ilo, l'Organizzazione internazionale del lavoro, pubblicato oggi, dal titolo 'Prospettive occupazionali e sociali nel mondo. Tendenze 2021'. E i tempi di recupero non saranno rapidi: se la pandemia non peggiora, il mercato del lavoro dovrebbe cominciare a riprendersi solo nella seconda metà dell'anno, oltre al fatto che sarà un recupero diseguale nelle diverse regioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli