Italia markets open in 6 hours 47 minutes
  • Dow Jones

    30.937,04
    -22,96 (-0,07%)
     
  • Nasdaq

    13.626,06
    -9,93 (-0,07%)
     
  • Nikkei 225

    28.701,48
    +155,30 (+0,54%)
     
  • EUR/USD

    1,2164
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    26.520,92
    -288,68 (-1,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,06
    +3,74 (+0,58%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.849,62
    -5,74 (-0,15%)
     

Covid, Crisanti sulle festività: “Serve la zona rossa in tutta Italia”

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Secondo Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di microbiologia dell'università di Padova, per appiattire la curva epidemiologica in Veneto sono necessarie due o tre settimane di zona rossa, oltre ai test molecolari e a quelli rapidi per lo screening di comunità. Intervenuto a Radio 24, il direttore ha dichiarato che nella regione la zona gialla e i test rapidi si sono mostrate misure insufficienti.

Zone gialle non hanno limitazioni sufficienti per bloccare la trasmissione, inoltre sono classificate come tali in base alla capacità teorica dei posti in terapia intensiva, ma il numero di terapie intensive non dipende solo dai posti letto ma anche dal personale”, ha detto Crisanti.

GUARDA ANCHE: Andrea Crisanti 'gela' Myrta Merlino: "Terza ondata è certa"

Il professore ha poi puntato il dito contro l’utilizzo dei test rapidi, non sempre affidabili: “Il secondo punto è l'uso non appropriato dei test rapidi che, con una sensibilità bassa, non possono essere usati come misura di prevenzione per proteggere comunità vulnerabili – ha detto Crisanti - Cosi invece di una barriera creiamo una groviera".

Lo scienziato ha fatto sapere quali sono, secondo lui, le due misure efficaci da adottare in previsione delle festività: impedire gli spostamenti tra regioni, ed evitare i festeggiamenti con i propri cari.

"Le regole da zona rossa per tutta Italia – è questa la ricetta di Crisanti, che ha poi concluso - se il valore è quello della salute umana e risparmiare vite dobbiamo cogliere l'opportunità del Natale per ottenere questo risultato, con le scuole chiuse e le attività produttive ridotte”.

GUARDA ANCHE: Crisanti: parlare di sci con 600 morti giorno? Non è paese normale