Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.590,59
    -4.008,21 (-8,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Covid, Gallucci (Orsa Taxi): "ordinanza surreale, settore è sotto assedio"

·2 minuto per la lettura

"Il settore è sotto assedio. Il ddl concorrenza prima, ora la nuova ordinanza sui trasporti. Si vuole distruggere e svendere il settore al miglior offerente che sono le multinazionali". Ad affermarlo all'Adnkronos è il segretario nazionale di Orsa Taxi, Rosario Gallucci commentando la nuova ordinanza sui trasporti che prevede in particolare che sui sedili posteriori, per rispettare le distanze di sicurezza, non potranno essere trasportati, distanziati il più possibile, più di due passeggeri, se non componenti dello stesso nucleo familiare; per il conducente l’obbligo di indossare una mascherina chirurgica o un dispositivo di protezione individuale di livello superiore; l'installazione di paratie divisorie tra conducente e passeggero.

Questa ordinanza, spiega Gallucci, "è surreale" : in questi mesi, osserva, "stavamo sollecitando allentamenti alle restrizioni come accaduto in altri settori come le discoteche, i ristoranti e i teatri anche perché la situazione era in miglioramento con i vaccini. Invece con questa ordinanza le restrizioni che c'erano già vengono mantenute". Il leader di Orsa Taxi osserva che nel trasporto pubblico di linea "le restrizioni ci sarebbero ma non vengono fatte rispettare". In particolare a Napoli, sottolinea, l'Alibus, che è l'autobus che collega l'aeroporto di Napoli Capodichino con Piazza Garibaldi dove c'è la stazione centrale, "è sempre pieno e il distanziamento e le misure non vengono fatte rispettate come dovrebbero mentre a noi continuano a imporci delle restrizioni mentre siamo stati sin dall'inizio della pandemia una delle categorie che ha scelto di sua spontanea iniziativa di farsi inserire nelle categorie privilegiate per fare i vaccini e assicurare in questo modo la sicurezza dei nostri passeggeri e per sostenere la ripresa economica del paese. Dopo 1 anno e mezzo siamo di nuovo al punto di trasporto".

Questa nuova ordinanza, osserva ancora Gallucci, "tra l'altro è poco chiara. La vecchia ordinanza prevedeva non più di due passeggeri per fila. Ora con questa nuova ordinanza anche il taxi con otto posti potrà accogliere solo 2 passeggeri? Andrebbe chiarito anche questo punto. Se fosse così saremmo all'inverosimile". In un anno e mezzo, ricorda il leader di Orsa Taxi, "ci siamo autotassati sanificando di tasca nostra il veicolo ogni volta che scendeva un passeggero, abbiamo messo le paratie per tutelare gli utenti che considerato il materiale richiesto costano intorno agli 800-900 euro con un rimborso del solo il 50%. Ancora un volta si colpisce un settore che chiede solo di poter lavorare". Con questo trend, spiega ancora Gallucci, "dovremo iniziare a chiedere sostegni economici per sostenerci. Noi non abbiamo mai chiesto nulla a nessuno ma sta diventando difficile continuare a lavorare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli