Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.207,04
    +626,96 (+1,81%)
     
  • Nasdaq

    15.153,56
    +68,08 (+0,45%)
     
  • Nikkei 225

    27.927,37
    -102,20 (-0,36%)
     
  • EUR/USD

    1,1284
    -0,0033 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    43.546,91
    +169,91 (+0,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.268,34
    +8,18 (+0,65%)
     
  • HANG SENG

    23.349,38
    -417,31 (-1,76%)
     
  • S&P 500

    4.586,31
    +47,88 (+1,05%)
     

Covid Gb, 223 morti oggi: mai così tanti da marzo

·1 minuto per la lettura

La Gran Bretagna registra 223 morti per covid nelle ultime 24 ore: il dato del bollettino di oggi è il record dal 9 marzo. I nuovi contagi sono invece 43.738, un numero inferiore al bollettino di ieri che riportava 49.156 nuovi casi positivi. I decessi riportati oggi portano ad un totale di 911 morti in sette giorni, con una crescita del 15% rispetto ai sette giorni precedenti, nota il Guardian.

Il numero dei nuovi casi rimane abbondantemente superiore alle 40mila unità. Questo trende rischia di appesantire il sistema sanitario: diventa concreta la prospettiva di aspettare ore per un'ambulanza anche per un infarto. Queste inverno attese fino a sei ore saranno "la normalità ", ha avvertito Richard Webber, portavoce del Collegio dei paramedici, intervistato dall'agenzia stampa britannica Press Association.

Già adesso può succedere di aspettare un'ambulanza per quattro o sei ore, mentre davanti a pronto soccorso ci sono file anche di "15 ambulanze" in attesa di scaricare i pazienti e il numero di emergenza 999 è intasato. In questo modo tutto si rallenta, lo staff delle ambulanze tratta "tre o quattro incidenti per turno, mentre normalmente se facevano otto", racconta Webber, aggiungendo che molti sono costretti a lavorare anche tre ore in più. La regione dei West Midlands è la più colpita, con attese per le ambulanze anche di otto ore.

Webber ha sottolineato come la situazione dei pronto soccorso migliori in genere d'estate. "Ma questa volta - avverte - non è stato così e per questo temo sarà un lungo inverno.. attualmente la situazione è paragonabile a quello che si vive a gennaio, quando capita che l'esercito venga a darci una mano, così mi chiedo cosa succederà quando raggiungeremo il picco in inverno".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli