Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.107,96
    -100,12 (-0,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Covid, Gimbe: non decollano le quarte dosi, copertura solo al 17%

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 set. (askanews) - "Al 28 settembre sono state somministrate 3.257.289 quarte dosi di vaccino contro il Covid, con una media mobile di 12.096 somministrazioni al giorno, in aumento rispetto alle 10.284 della scorsa settimana (+17,6%) . In base alla platea ufficiale (di 19.119.772 persone, di cui 13.060.462 over 60, 3.990.080 fragili e immunocompromessi, 1.748.256 personale sanitario e 320.974 ospiti delle Rsa che non ricadono nelle categorie precedenti), aggiornata al 17 settembre, il tasso di copertura nazionale per le quarte dosi non decolla, attestandosi al 17% rispetto al 16,6% della settimana precedente, con nette differenze regionali: dal 7,7% della Sicilia al 28,3% dell'Emilia Romagna". E' quanto emerge dal monitoraggio indipendente effettuato dalla Fondazione Gimbe nella settimana 21-27 settembre 2022.

Rispetto ai sette giorni precedenti, calano i nuovi vaccinati: 1.288 rispetto ai 1.512 della settimana precedente (-14,8%). Di questi il 36,6% è rappresentato dalla fascia 5-11: 472, con una riduzione del 14,8% rispetto alla settimana precedente. Cala tra gli over 50, più a rischio di malattia grave, il numero di nuovi vaccinati che si attesta a quota 317 (-1,9% rispetto alla settimana precedente). Al 28 settembre sono 6,81 milioni le persone di età superiore a 5 anni che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino di cui: 5,77 milioni attualmente vaccinabili, pari al 10% della platea (dal 7,4% del Lazio al 13,7% della Valle D'Aosta); 1,05 milioni temporaneamente protette in quanto guarite da Covid-19 da meno di 180 giorni, pari all'1,8% della platea (dall'1,2% della Valle D'Aosta al 2,7% delle Marche).

Il Gimbe spiega poi che al 28 settembre, nella fascia 5-11 anni, sono state somministrate 2.601.475 dosi: 1.406.106 hanno ricevuto almeno 1 dose di vaccino (di cui 1.285.895 hanno completato il ciclo vaccinale), con un tasso di copertura nazionale al 38,5% con nette differenze regionali (dal 21,1% della Provincia Autonoma di Bolzano al 53,9% della Puglia).

Per quanto riguarda invece le terse dosi, al 28 settembre ne sono state somministrate 40.149.297, con una media mobile a 7 giorni di 1.855 somministrazioni al giorno. In base alla platea ufficiale (47.703.593 persone), aggiornata al 20 maggio, il tasso di copertura nazionale per le terze dosi è dell'84,2%: dal 78,3% della Sicilia all'88,1% della Lombardia. Sono 7,55 milioni le persone che non hanno ancora ricevuto la dose booster (figura 13), di cui: 5,33 milioni possono riceverla subito, pari all'11,2% della platea (dall'8,1% della Lombardia al 17,7% della Sicilia); 2,22 milioni non possono riceverla nell'immediato in quanto guarite da meno di 120 giorni, pari al 4,7% della platea (dal 2,2% della Valle D'Aosta al 6,5% dell'Abruzzo).

"Con l'aumento della circolazione virale, Gimbe ritiene indispensabile che il nuovo esecutivo ribadisca in maniera netta le raccomandazioni fondamentali, già fornite da OMS Europa" ha ribadito il presidente Nino Cartabellotta, precisando "innanzitutto, effettuare con priorità massima il secondo richiamo ad anziani e fragili, visto che l'efficacia vaccinale nei confronti della malattia grave inizia a declinare dopo 120 giorni; in secondo luogo, completare il ciclo vaccinale con la terza dose alla popolazione generale; infine, utilizzare responsabilmente la mascherina nei luoghi al chiuso affollati e/o poco aerati".