Italia Markets close in 2 hrs 27 mins

Covid: quasi 20.000 casi tra i lavoratori di Amazon

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Jeff Bezos (REUTERS/Joshua Roberts)
Jeff Bezos (REUTERS/Joshua Roberts)

In appena sei mesi sarebbero quasi 20mila i lavoratori di Amazon risultati positivi al Covid nei soli Stati Uniti d'America.

Il numero, secondo quanto riporta la Bbc, equivale all'1,44% del totale dei dipendenti dell'azienda fondata da Jeff Bezos e della sua controllata Whole Foods.

GUARDA ANCHE: Amazon, 'solo forniture di beni essenziali', decisione legata al coronavirus

Nonostante le accuse mosse all'azienda durante la pandemia, quando il gigante dell'e-commerce con 1,37 milioni di lavoratori era in piena attività per soddisfare un'impennata della domanda da parte delle persone costrette a casa, Amazon ha fatto sapere che il tasso di infezione è inferiore al previsto.

L'azienda ha affermato di aver tutelato i propri lavoratori distribuendo oltre 100 milioni di mascherine e implementando controlli della temperatura presso le proprie strutture. Inoltre, la piattaforma dell'uomo più ricco del mondo, ha garantito di aver rispettato le misure di distanziamento sociale e di igienizzazione dei locali.

GUARDA ANCHE: L'allarme Coronavirus porta i prezzi alle stelle: quanto costa l’Amuchina o una mascherina

Sicuri di non aver messo a rischio la vita di nessuno dei suoi dipendenti, i vertici di Amazon hanno sfidato altre aziende a rendere pubbliche le proprie statistiche sul Covid-19. "Questa informazione avrebbe maggiore impatto se ci fossero dati simili di altre grandi compagnie con cui confrontarla", hanno fatto sapere da Amazon.

GUARDA ANCHE: Coronavirus, il paradosso Amazon: su il giro d'affari, giù i profitti