Italia markets open in 1 hour 13 minutes
  • Dow Jones

    35.756,88
    +15,73 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    15.235,71
    +9,01 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    29.049,98
    -56,03 (-0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0004 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    52.557,27
    -1.666,22 (-3,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.485,88
    -19,27 (-1,28%)
     
  • HANG SENG

    25.633,56
    -404,71 (-1,55%)
     
  • S&P 500

    4.574,79
    +8,31 (+0,18%)
     

Covid, sindacati: tamponi troppo cari, Draghi: valuteremo in Cdm

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 ott. (askanews) - I sindacati tornano all'attacco sul costo dei tamponi in vista dell'entrata in vigore dell'obbligo di green pass questo venerdì nei luoghi di lavoro pubblici e privati. "Abbiamo riproposto di calmierare i costi dei tamponi e di trovare una soluzione come il credito di imposta per le aziende per sostenere le spese per i tamponi" e "Draghi ha risposto che ne parleranno in Cdm e verificherannno cosa succederà nelle prossime ore", ha riferito il leader della Uil Pierpaolo Bombardieri, dopo l'incontro a Palazzo Chigi sui temi della sicurezza.

"Abbiamo colto l'occasione per segnalare al governo" che "è il momento di andare su una strada che introduca un abbassamento molto forte del costo del tampone e che si potenzi il credito d'imposta sulle spese di sanificazione per affrontare questa questione", ha sottolineato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

Bombardieri ha ricordato che in questi giorni i sindacati stanno "facendo accordi per tamponi gratuiti in molte aziende". "Solo" alcune imprese però stanno pagando i tamponi dei propri lavoratori mentre "personalmente - ha affermato Landini - penso che sarebbe molto importante che le imprese tutte assumessero l'onere del pagamento del tampone per tutti i lavoratori".

Ma la Confindustria non ci sta. "Per noi essendoci una disposizione di legge il costo dei tamponi deve essere a carico di coloro che lo devono fare. Da parte nostra questa è la posizione, non è cambiato nulla", ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, al termine di un incontro con il segreterio del Pd Enrico Letta. Per quanto riguarda l'ipotesi, avanzata dai sindacati, di un credito di imposta per il pagamento dei tamponi da parte delle imprese, ha aggiunto, "non riteniamo che questa sia la strada".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli