Italia markets closed
  • FTSE MIB

    19.285,41
    +208,46 (+1,09%)
     
  • Dow Jones

    28.335,57
    -28,09 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.548,28
    +42,28 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    23.516,59
    +42,32 (+0,18%)
     
  • Petrolio

    39,78
    -0,86 (-2,12%)
     
  • BTC-EUR

    10.927,00
    +55,27 (+0,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,05
    -1,40 (-0,54%)
     
  • Oro

    1.903,40
    -1,20 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    +0,0042 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.465,39
    +11,90 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,65 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.198,86
    +27,45 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,9096
    +0,0063 (+0,69%)
     
  • EUR/CHF

    1,0723
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5567
    +0,0044 (+0,28%)
     

Covid, "test obbligatori ad arrivo a Capodichino": ordinanza De Luca

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Test obbligatori per tutti i passeggeri in arrivo all'Aeroporto internazionale di Napoli Capodichino provenienti dai Paesi indicati nelle ordinanze del ministro della Salute del 12 agosto e del 21 settembre, o che vi abbiano soggiornato o siano transitati nei 14 giorni precedenti. Lo stabilisce un'ordinanza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, in via di pubblicazione, contenente una serie di ulteriori misure di prevenzione e sicurezza sanitaria.

Oggi 245 nuovi casi su 5.539 tamponi

La misura è stata decisa, si legge in una nota dell'unità di crisi regionale, "avendo riscontrato che nei giorni scorsi dagli aerei provenienti dall'estero atterrati a Capodichino (in particolare da Parigi, Lione, Barcellona, Francoforte) pochissimi passeggeri su diverse centinaia, si sono sottoposti al tampone volontario" e "nelle more che il Governo provveda al potenziamento delle strutture Usmaf di competenza del ministero della Salute".

Tutti i passeggeri provenienti dai Paesi indicati nelle ordinanze del Ministero della Salute del 12 agosto (Croazia, Grecia, Malta e Spagna) e del 21 settembre ( le regioni della Francia Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Île-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra) dovranno sottoporsi a test molecolare o antigenico. L'ordinanza prevede, in caso di impossibilità di effettuare il test, di segnalarsi in ogni caso presso i presidi allestiti in aeroporto, compilando i moduli forniti dal personale addetto, e di comunicare immediatamente il proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio. Viene infine previsto l'isolamento fiduciario presso l’abitazione o dimora dichiarata fino alla comunicazione dell’esito del tampone.