Italia markets close in 1 hour 25 minutes
  • FTSE MIB

    22.464,74
    +83,39 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    30.814,30
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.242,21
    -276,97 (-0,97%)
     
  • Petrolio

    52,35
    -0,01 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    30.160,58
    +277,07 (+0,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    706,99
    -28,15 (-3,83%)
     
  • Oro

    1.832,80
    +2,90 (+0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,2079
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.862,77
    +288,91 (+1,01%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,37
    -0,18 (-0,00%)
     
  • EUR/GBP

    0,8899
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0757
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5413
    +0,0040 (+0,26%)
     

"Covid tre volte più letale dell'influenza stagionale"

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(AP Photo/Thanassis Stavrakis)
(AP Photo/Thanassis Stavrakis)

I pazienti ospedalizzati a causa del COVID-19 hanno un tasso di mortalità quasi tre volte superiore rispetto a quelli con influenza stagionale. Questo il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista "The Lancet Respiratory Medicin" utilizzando dati nazionali francesi.

VIDEO - Mascherine e regole frenano l'influenza tradizionale

I ricercatori hanno confrontato i dati di 89.530 pazienti ospedalizzati con COVID-19 a marzo e aprile di quest'anno con 45.819 pazienti ospedalizzati con influenza stagionale tra dicembre 2018 e la fine di febbraio 2019

Circa il 16,9% dei pazienti con coronavirus è morto durante il periodo oggetto dello studio, che coincide con una prima ondata devastante in tutta Europa, quando i medici avevano poche terapie a cui ricorrere per i malati gravi. Ciò si confronta con un tasso di mortalità del 5,8% tra quelli con influenza.

Catherine Quantin, professoressa presso l'ospedale universitario di Digione e l'Istituto sanitario nazionale francese Inserm che ha condotto congiuntamente lo studio, ha affermato che la differenza nei tassi di mortalità è stata "particolarmente sorprendente" dato che la stagione influenzale 2018/19 è stata la più mortale che la Francia avesse conosciuto in cinque anni. Gli autori fanno notare che la differenza nel numero di ricoveri - che ha visto il doppio delle persone ammesse per COVID-19 rispetto all'influenza - può essere in parte spiegata dall'immunità esistente all'influenza, a causa di una precedente infezione o vaccinazione.

I ricercatori hanno scoperto che più pazienti con COVID-19 necessitavano di cure intensive - il 16,3% rispetto al 10,8% per l'influenza - mentre la permanenza media in terapia intensiva era quasi il doppio (15 giorni rispetto a 8 giorni). Lo studio ha anche riportato molti meno ragazzi sotto i 18 anni ricoverati in ospedale con Covid-19 che con l'influenza - 1,4% rispetto al 19,5%.

VIDEO - Pranzo di Natale: quale la regola più importante?