Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.790,01
    -171,85 (-0,54%)
     
  • Nasdaq

    13.414,81
    -183,15 (-1,35%)
     
  • Nikkei 225

    30.168,27
    +496,57 (+1,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2228
    +0,0060 (+0,49%)
     
  • BTC-EUR

    41.872,37
    +1.452,02 (+3,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.024,53
    +29,87 (+3,00%)
     
  • HANG SENG

    30.074,17
    +355,93 (+1,20%)
     
  • S&P 500

    3.890,35
    -35,08 (-0,89%)
     

“Cracking cancer”, riconoscimento Mattarella per impegno lotta a tumori

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 feb. (askanews) - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, "da sempre schierato a sostegno della lotta alla malattia, in tutte le sue forme, e sensibile alle istanze provenienti da professionisti e Società civile", ha espresso "il proprio riconoscimento" per "l'impegno profuso su più fronti, coinvolgendo varie competenze in un approccio multidisciplinare", in particolare "in un momento estremamente complesso dal punto di vista sanitario".

È quanto si legge in una lettera fatta pervenire dallo staff del Capo dello Stato agli organizzatori del "Cracking Cancer Forum", in cui è stato lanciato il Manifesto del "Patto nazionale contro il cancro, curare tutti, tutti insieme", firmato da quasi 600 tra oncologi, medici, scienziati, comunicatori, e presentato in occasione dell'evento promosso a Firenze da 'Koncept'.

Nel documento, si formula l'obiettivo che a tutti i pazienti affetti da tumore "senza distinzione, anche in periodi di emergenza, sia offerta la possibilità di cure di qualità". "Ci impegniamo a considerare il cancro come una unica emergenza nazionale, superando le disuguaglianze esistenti: l'azione unitaria nella lotta contro le neoplasie non può essere vanificata nelle frammentazioni regionali", si legge ancora nel Manifesto, in cui si sottolinea la necessità di inserire le neoplasie "nel Piano Nazionale delle Cronicità, con le positive e vaste conseguenze che questo apporterà in termini di presa in carico dei pazienti".