Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.243,96
    +1.451,81 (+4,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1871
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    +0,0022 (+0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0743
    -0,0023 (-0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,4801
    +0,0011 (+0,08%)
     

Credit Suisse: ecco perché le azioni UK, Spagna e Germania sono favorite

·3 minuto per la lettura
Credit Suisse: ecco perché le azioni UK, Spagna e Germania sono favorite
Credit Suisse: ecco perché le azioni UK, Spagna e Germania sono favorite

Gli esperti di Credit Suisse mantengono il loro atteggiamento positivo sulle azioni globali con un giudizio di outperform su UK, Spagna e Germania, e, nell’ambito dei settori, sui finanziari e i materiali di base

Un ulteriore incremento dei utili aziendali sulla scia della robusta crescita economica in corso, con conseguente riduzione dei rapporti prezzo/utili attualmente elevati rendendoli meno eccessivi a livello storico. È questa la previsione degli esperti di Credit Suisse nell’analisi del mercato azionario per i prossimi 3-6 mesi, che permette loro di mantenere un atteggiamento positivo sulle azioni globali.

PERICOLO DI UN’INVERSIONE TEMPORANEA DEL MERCATO

Mentre l’incremento della popolazione vaccinata nelle economie dei mercati sviluppati consente di ipotizzare impatti meno devastanti a seguito del nuovo aumento dei casi di Covid-19 per le varianti del virus, si nota come i recenti progressi del mercato azionario siano sempre più concentrati. “I nostri indicatori tattici e i risultati dei sondaggi agli investitori continuano a segnalare un ottimismo elevato, suggerendo il pericolo di un’inversione temporanea del mercato. Anche per questo il Comitato Investimenti ha evitato di passare a un sovrappeso delle azioni nei portafogli”, spiegano i manager di Credit Suisse.

I RISCHI CHIAVE

Tra i rischi chiave per l’azionario globale figurano, secondo i professionisti di Credit Suisse, un picco della crescita economica e un inasprimento della politica monetaria e fiscale. Ma trovano spazio anche rialzi più elevati e persistenti dell’inflazione, i piani dell’amministrazione Biden di aumenti delle imposte che si potrebbero tradurre in minori utili aziendali, l’inasprimento normativo, impatti più significativi delle varianti del virus sull’evoluzione della pandemia e anche le tensioni geopolitiche.

L’EQUITY RESTA UN ELEMENTO CHIAVE PER UN PORTAFOGLIO DIVERSIFICATO

“Anche se non suggeriremmo di inseguire il rally nel breve termine, l’equity resta un elemento chiave per un portafoglio diversificato. Vediamo delle valutazioni allettanti nelle azioni britanniche, che offrono anche un interessante dividendo, mentre ci piacciono la ciclicità del mercato e la qualità nell’ambito delle azioni tedesche. Le azioni spagnole, invece, dovrebbero approfittare della loro sensibilità al tema delle riaperture e del miglioramento del quadro fondamentale. Per contro, assumiamo un giudizio di underperform sulle azioni francesi e svedesi mentre siamo positivi sulla strategia value dell’Eurozona e sulle small cap”, spiegano gli esperti di Credit Suisse.

PREFERITI I MATERIALI DI BASE E I FINANZIARI

A livello settoriale, preferiti i materiali di base e i finanziari, mentre gli immobiliari quotati (REIT) e i beni di consumo non ciclici sono i meno gettonati. “I materiali evidenziano interessanti fondamentali e dovrebbero beneficiare degli investimenti nelle infrastrutture. I finanziari presentano ulteriore potenziale di recupero in base alle loro valutazioni e dovrebbero rappresentare i principali beneficiari di una riaccelerazione economica e una volta che i rendimenti ritorneranno a salire”, specificano i manager di Credit Suisse.

PREFERITI COREA DEL SUD, SUDAFRICA, MESSICO E RUSSIA

Per quanto riguarda infine i mercati azionari emergenti le attese sono per rendimenti ancora interessanti . “Ci aspettiamo un’outperformance dell’Asia emergente rispetto alla media dei paesi in via di sviluppo, alla luce dei suoi fondamentali robusti, dell’esposizione alla produzione di chip e della sensibilità rispetto all’aumento del commercio globale. A livello geografico, preferiamo Corea del Sud, Sudafrica, Messico e Russia. Al contrario Arabia Saudita e Malaysia sono i mercati meno privilegiati” concludono i professionisti di Credit Suisse.

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli