Italia markets open in 8 hours 37 minutes
  • Dow Jones

    32.803,47
    +76,67 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    12.657,55
    -63,04 (-0,50%)
     
  • Nikkei 225

    28.175,87
    +243,67 (+0,87%)
     
  • EUR/USD

    1,0173
    -0,0077 (-0,75%)
     
  • BTC-EUR

    22.901,40
    -39,05 (-0,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    533,20
    -2,02 (-0,38%)
     
  • HANG SENG

    20.201,94
    +27,94 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    4.145,19
    -6,75 (-0,16%)
     

Credit Suisse, stop cessione controllate russe da tribunale Mosca

Il logo Credit Suisse presso la sede a Berna

MOSCA (Reuters) - Credit Suisse non potrà cedere le azioni delle sue controllate russe.

La decisione arriva da un tribunale di Mosca che ha anche ordinato il sequestro di 10 milioni di euro alla banca svizzera, dopo che l'istituto non ha rimborsato un prestito a una banca oggetto di sanzioni.

Il tribunale arbitrale di Mosca ha vietato a Credit Suisse di cedere le proprie azioni in due società russe - Bank Credit Suisse (Mosca) e Credit Suisse Securities (Mosca) - dopo essersi espresso a favore della banca privata Transcapitalbank (Tcb) in una disputa su un prestito di 10 milioni di euro.

Credit Suisse ha tre mesi di tempo per presentare appello contro la decisione, si legge nella sentenza.

Credit Suisse e Tcb non hanno risposto a una richiesta di commento di Reuters.

Il prestito faceva parte di un accordo di sindacazione che coinvolgeva Uzauto Motors, con sede in Uzbekistan, stretto l'anno scorso e per la quale Credit Suisse aveva operato come agente.

Credit Suisse non ha trasferito il rimborso del prestito da Uzauto Motors a Tcb il 19 aprile, data di scadenza dell'accordo, ha spiegato il tribunale arbitrale di Mosca in una sentenza pubblicata sul proprio sito web.

Il Tesoro Usa ha sottoposto a sanzioni Tcb il 20 aprile, il giorno dopo che il prestito andava rimborsato.

(Tradotto da Romolo Tosiani, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli