Italia Markets closed

Cremona, 45enne muore intossicata da monossido

Tragedia nel Cremonese. Una donna di 45 anni è morta durante la notte del 3 gennaio per aver respirato il monossido di carbonio in un appartamento a Pieve d'Olmi. Intossicati il figlio 18enne, il marito e un vicino di casa. Le esalazioni potrebbero essere state causate dal malfunzionamento della caldaia.

LEGGI ANCHE: Germania, strage di animali allo zoo a causa di un incendio

Quando la donna, Patrizia Bonvini, infermiera all'ospedale Maggiore di Cremona, è stata soccorsa dal 118, era in arresto cardiocircolatorio e le manovre di rianimazione sono state vane. Il figlio è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale di Brescia, intossicati anche il marito 49enne e un vicino di casa. Tutti sono stati trattati in camera iperbarica e, secondo quanto riferito, non sono in pericolo di vita.

LEGGI ANCHE: Milano, pompieri accerchiati e aggrediti da balordi

Genova, diversi intossicati tra cui un neonato

Quattro persone, tra cui un neonato di 2 mesi, sono rimaste intossicate questa notte nell'incendio che ha distrutto la loro abitazione a Sestri Ponente. Soccorsi dal 118, non sarebbero in condizioni gravi. Il piccolo è stato portato all'ospedale Gaslini di Genova. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per domare le fiamme.

GUARDA ANCHE - Ponte Morandi, fiamme nel cantiere del nuovo viadotto