Italia Markets closed

Cresce reddito famiglie, Italia fanalino

webinfo@adnkronos.com

Nel primo trimestre il reddito reale delle famiglie nell'area dell'Ocse ha registrato un'accelerazione passando da +0,3% nel quarto trimestre del 2018 a +0,6% nel primo trimestre dell'anno. Lo rende noto l'organizzazione internazionale con sede a Parigi. L'Italia ha registrato nei primi tre mesi dell'anno una crescita dello 0,5% contro -0,4% nel quarto trimestre del 2018. 

Nell'area dell'euro la crescita del reddito reale delle famiglie pro capite ha accelerato passando a +0,7% nel primo trimestre dell'anno contro +0,4% nel quarto trimestre del 2018. Nei paesi del G7 ha registrato nei primi tre mesi del 2019 una crescita dello 0,8% contro +0,5% nel quarto trimestre del 2018. 

"Dati molto allarmanti. L'Italia resta la Cenerentola del mondo, non solo dell'Eurozona". Così Massimiliano Dona, il presidente dell'Unione Nazionale Consumatori commentando i dati dell'Ocse che evidenziano come nel primo trimestre 2019 il reddito delle famiglie nel nostro Paese è cresciuto dello 0,5% contro il +0,6% dell'area Ocse, il +0,7% di Eurolandia. Peggio di noi fa solo il Regno Unito (+0,3%). "Se poi considerassimo il dato del reddito durante gli anni della crisi, la situazione sarebbe ancora peggiore. E' assolutamente condivisibile che il reddito reale fornisce un quadro del benessere delle famiglie. Anzi, a nostro avviso non solo delle famiglie ma anche del Paese: fino a che gli italiani arrancano e sono in difficoltà anche il Paese non può che andare male", prosegue Dona. "Dal 2007 al 2018 il potere d'acquisto delle famiglie, ossia il reddito lordo disponibile in termini reali delle famiglie consumatrici, è sceso del 6,6%. Peggio di così non si può!", conclude Dona.