Italia markets open in 5 hours 21 minutes
  • Dow Jones

    34.021,45
    +433,79 (+1,29%)
     
  • Nasdaq

    13.124,99
    +93,31 (+0,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.855,46
    +407,45 (+1,48%)
     
  • EUR/USD

    1,2090
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    41.403,19
    -94,68 (-0,23%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.369,56
    -18,35 (-1,32%)
     
  • HANG SENG

    27.872,69
    +154,02 (+0,56%)
     
  • S&P 500

    4.112,50
    +49,46 (+1,22%)
     

Creval, assemblea nomina nuovo Cda con AD Lovaglio, no a proposta Agricole

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - L'assemblea degli azionisti di Creval ha respinto la proposta di Credit Agricole Italia di rimandare il rinnovo del Cda a dopo l'esito dell'Opa e ha nominato il nuovo board che vede la riconferma dell'AD Luigi Lovaglio.

Lo rende noto un comunicato confermando quando anticipato

da due fonti vicine alla situazione.

La settimana scorsa Credit Agricole ha rilanciato l'offerta per Creval, incrementando il prezzo dell'Opa a 12,20 euro rispetto ai 10,5 euro fissati lo scorso novembre.

Il prezzo potrà salire ulteriormente a 12,50 euro se Credit Agricole arriverà a detenere oltre il 90% dell'istituto valtellinese a seguito dell'offerta che si concluderà mercoledì.

Secondo le fonti Creval riunirà il board oggi pomeriggio per fornire una nuova valutazione dell'offerta rivista, dopo aver respinto la prima proposta in quanto non valorizzava adeguatamente l'istituto.

La proposta di rinvio di Agricole è stata bocciata con voti pari al 64,2% del capitale presente in assemblea, si legge nella nota.

La lista con la conferma di Lovaglio, presentata dall'azionista Dgfd di Denis Dumont, ha ottenuto voti pari al 42% del capitale presente e al 25,2% del totale, mentre quella presentata da un gruppo di investitori istituzionali ha ottenuto voti pari rispettivamente al 30,3% e al 18,2%.

Al 16 aprile erano pervenute adesioni all'Opa Agricole pari al 16,18%, in gran parte legate a operazioni già concordate al momento del lancio dell'offerta.

(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, Sabina Suzzi)