Italia markets close in 5 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    23.757,98
    +76,41 (+0,32%)
     
  • Dow Jones

    31.802,44
    +306,14 (+0,97%)
     
  • Nasdaq

    12.609,16
    -310,99 (-2,41%)
     
  • Nikkei 225

    29.027,94
    +284,69 (+0,99%)
     
  • Petrolio

    65,92
    +0,87 (+1,34%)
     
  • BTC-EUR

    45.348,62
    +3.271,35 (+7,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.089,89
    +65,68 (+6,41%)
     
  • Oro

    1.698,70
    +20,70 (+1,23%)
     
  • EUR/USD

    1,1905
    +0,0052 (+0,44%)
     
  • S&P 500

    3.821,35
    -20,59 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    28.773,23
    +232,40 (+0,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.774,56
    +11,32 (+0,30%)
     
  • EUR/GBP

    0,8583
    +0,0013 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,1090
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,5006
    +0,0012 (+0,08%)
     

CreVal prevede miglioramento risultati, possibile rafforzamento politica dividendi in futuro

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Credito Valtellinese (CreVal) prevede un miglioramento dei risultati, nonostante le prospettive di crescita continuino ad essere condizionate dall’evoluzione della pandemia. I ricavi sono previsti in crescita sia sul fronte del margine di interesse che delle commissioni. Sul fronte dei costi sono attesi ulteriori efficientamenti, anche per il trascinamento delle iniziative già poste in essere, nonché dall’ottimizzazione dei processi connessi allo sviluppo dello smart working e della digitalizzazione. La qualità del credito continuerà ad essere oggetto di particolare attenzione tenuto conto anche dell’evoluzione attesa dello scenario macroeconomico. La posizione patrimoniale della banca è prevista ancora su livelli elevati, permettendo di fronteggiare anche i possibili ulteriori peggioramenti dello scenario macroeconomico. Sulla base di tali considerazioni CreVal si attende un’evoluzione positiva dell’utile netto, in un quadro di conferma della politica di dividendi prevista dal piano. "L’elevata posizione di capitale crea, inoltre, le condizioni per un ulteriore rafforzamento di tale politica in futuro, subordinatamente alle indicazioni che verranno fornite dalle autorità di vigilanza successivamente al 30 settembre 2021", anticipa la banca.