Italia markets close in 6 hours 37 minutes
  • FTSE MIB

    22.794,53
    +36,72 (+0,16%)
     
  • Dow Jones

    33.980,32
    -171,69 (-0,50%)
     
  • Nasdaq

    12.938,12
    -164,43 (-1,25%)
     
  • Nikkei 225

    28.942,14
    -280,63 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    88,65
    +0,54 (+0,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.041,61
    -550,17 (-2,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    557,33
    -15,49 (-2,70%)
     
  • Oro

    1.776,90
    +0,20 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0172
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • S&P 500

    4.274,04
    -31,16 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    19.763,91
    -158,54 (-0,80%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.750,60
    -5,46 (-0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8439
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9694
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,3129
    -0,0007 (-0,06%)
     

Criptovalute, l'esperto: "Mosca da sempre contro, ma con scenario attuale cambiata la direzione"

(Adnkronos) - "Fin da tempi non sospetti non si può certo dire che la Russia sia stato un Paese crypto friendly, anzi. Studiava il fenomeno dal punto di vista del contrasto al fenomeno stesso, ma con i recenti sviluppi geopolitici è cambiata la direzione. Non solo sono stati fatti interventi per conoscere meglio il fenomeno, ma anche per approfondirlo e creare le condizioni affinché le società che operano con le criptovalute ma, soprattutto, le società che emettono le crypto, possano farlo in Russia". E' quanto dice all'Adnkronos l'avvocato ed esperto di criptovalute Carlo Alberto Micheli, nel commentare l'ipotesi che da Mosca si decida per una riduzione del carico fiscale alle società che operano nel settore delle valute digitali, sia nazionali che estere, per sostenerle e, in questo modo, attenuare gli effetti delle sanzioni.

"Al momento bisogna capire solamente - continua - se l'intervento è fatto per far vedere al resto del mondo che la Russia va avanti anche su altri settori, e quindi ha un carattere seducente, oppure se nella sostanza effettivamente ci sarà tale cambiamento. Questo - dice ancora Micheli - ce lo dirà solamente il tempo, perché la Russia non è nuova a proclami su determinati settori, come succedeva ai tempi dei vaccini che poi però nella sostanza non corrispondevano effettivi interventi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli