Italia markets open in 2 hours 8 minutes
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,94 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,38 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.651,57
    -866,77 (-2,94%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    +0,0015 (+0,12%)
     
  • BTC-EUR

    45.472,21
    -3.659,75 (-7,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.458,19
    -103,11 (-6,60%)
     
  • HANG SENG

    27.982,21
    -613,45 (-2,15%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     

Crisi Covid soffoca la fiducia dei giovani, 1 su 3 prevede peggiori condizioni economiche

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Giovani italiani sempre più pessimisti di fronte all'emergenza Covid-19 che accelera la crisi sociale e indebolisce la salute finanziaria delle famiglie. Secondo la ricerca condotta da ConsumerLab, che ha intervistato un campione di 700 ragazzi nati dopo il 1997, la Generazione Z percepisce una maggiore incertezza sul futuro, con il 33% del campione, praticamente 1 giovane su 3, che prevede un peggioramento della propria condizione economica personale. Tuttavia, in pochi risparmiano o si interessano alle questioni finanziarie. Dalla ricerca emerge infatti che il 71% dei giovani non è interessato al mondo della finanza. Nonostante la situazione difficile, solo il 5% del campione riesce a risparmiare e mettere soldi da parte, e il 56% preferisce conservare i propri risparmi in casa. Un disinteresse verso il settore finanziario che si riflette anche sulle abitudini quotidiane dei ragazzi: solo il 18% controlla con regolarità l’estratto conto della banca o della carta di credito, e il 71% preferisce ancora ricorrere al contante per effettuare pagamenti (contro il 53% degli utenti di altre età).