Crisi, Draghi: E' il momento della crescita

Bruxelles (Belgio), 25 apr. (LaPresse) - L'Europa deve aprire una 'fase 2' della politica continentale e accelerare sulla crescita. A dirlo è stato il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, di fronte alla Commissione Affari economici del Parlamento europeo. "La cosa che è più presente ora nella mia mente - ha spiegato - è che serve un 'growth compact', un patto europeo per la crescita". Insomma, ricordando indirettamente lo sforzo per l'austerità messo in atto dall'Europa con il 'Fiscal Compact', Draghi chiede ai governi europei di stringere i tempi e di essere "più ambiziosi" nel portare avanti misure per la crescita. Anche perché, ha precisato il numero uno dell'Eurotower, la Bce "non sopperisce alle mancanze dei governi sulle riforme strutturali" e non comprerà per sempre titoli di Stato perché "agisce nell'ambito del Trattato".

Di fronte ai parlamentari europei Draghi ha espresso soddisfazione per il rafforzamento del firewall finanziario Ue e per l'aumento delle risorse dell'Fmi per ulteriori 430 miliardi di dollari. "Anche con un firewall più forte - ha però precisato - i Paesi dell'eurozona dovranno continuare a portare avanti le correzioni strutturali di bilancio". Ed sul consolidamento fiscale il presidente della Bce ha detto la sua sui rischi recessivi, mandando indirettamente un segnale anche all'Italia. "Deve essere attuato - ha detto - tagliando la spesa corrente e non bisognerebbe centrarlo sulle tasse", altrimenti si avrebbero "dinamiche recessive". Draghi è tornato a parlare del welfare europeo, a cui si dice "favorevole" purché passi a un modello "sostenibile", ovvero che non porti a un indebitamento troppo alto.

L'ex numero uno di Bankitalia ha parlato di scenario di "crescita modesta", ma per l'eurozona vede una situazione dei mercati finanziari "molto migliorata" nei primi tre mesi dell'anno, anche per effetto delle maxi-iniezioni di liquidità alle banche da parte della Bce. Secondo Draghi la politica dell'Eurotower continua a trasmettersi sull'economia reale, c'è un gran numero di piccole banche che ha avuto accesso al credito". Il banchiere centrale ha sottolineato che sono proprio quelle banche a finanziare le imprese. Per il presidente della Bce è ancora presto per pensare a una exit strategy dalle misure straordinarie dell'Eurotower. "E' prematura", ha detto.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.534,90 0,08% 02:23 CEST

Ultime notizie dai mercati