Crisi, Fitch: Continua fuga stanieri da debito Italia e Spagna

Londra (Regno Unito), 23 mag. (LaPresse) - La percentuale del debito pubblico di Italia e Spagna in mano a investitori non residenti ha continuato a diminuire nel primo trimestre 2012 e le banche finanziate con la liquidità distribuita dalla Bce hanno sostituito gli investitori istituzionali internazionali. Lo scrive l'agenzia di rating Fitch, che sottolinea che, escluse le partecipazioni della Bce nell'ambito del programma di acquisti sul mercato secondario, la quota del debito pubblico spagnolo in mano a investitori internazionali è sceso al 34% del primo trimestre 2012, dal 40% di fine 2011. Nel 2008 la percentuale superava il 60%. Per quanto riguarda l'Italia il deflusso rilevato da Fitch da Bot e Btp è partito da un livello più basso perché nel 2008 era in mano straniera circa il 50% del debito pubblico. Tuttavia l'Italia ha visto una forte accelerazione delle vendite alla fine del 2011, che hanno portato la quota dei non residenti a scendere nel primo trimestre dell'anno al 32%.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.922,86 +1,14% 11:45 CEST
Eurostoxx 50 3.200,25 0,76% 11:30 CEST
Ftse 100 6.716,32 0,62% 11:30 CEST
Dax 9.613,65 0,73% 11:30 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati