Crisi, Ilo: Salario medio +1,2% nel 2011, senza Cina +0,2%

Ginevra (Svizzera), 7 dic. (LaPresse/AP) - Forte rallentamento per la crescita globale dei salari dopo la crisi finanziaria. Lo riferiece l'Ilo. Secondo l'agenzia dell'Onu per il lavoro gli stipendi sono cresciuti dell'1,2% nel 2011, meno della metà del +3% registrato nel 2007, l'anno precedente alla crisi finanziaria globale. Escludendo la Cina dalla rilevazione il dato mostra un incremento di appena lo 0,2% l'anno scorso. Nelle principali economie i salari sono cresciuti dello 0,5% nel 2011 e il direttore generale dell'Ilo, Guy Ryder, ha spiegato ai giornalisti che i salari medi risulteranno probabilmente invariati nel 2012 nel Paesi sviluppati.

Azioni in evidenza

  • Riflettori su Piazza Affari
    Riflettori su Piazza Affari
    NomePrezzoVar.% Var.
    0,000,00%
    FNC.MI
    2,072+0,036+1,77%
    UCG.MI
    1,974+0,028+1,44%
    ISP.MI
    0,1861-0,0022-1,17%
    BMPS.MI
    0,739-0,005-0,67%
    TIT.MI
    12,82-0,10-0,77%
    ENI.MI
    3,968-0,006-0,15%
    ENEL.MI
    2,794+0,004+0,14%
    MS.MI
    0,000,00%
    F.MI

Titoli caldi

  •  
    Ultime quotazioni consultate
    Nome Prezzo Variazione Var. %Grafico 
    I codici visualizzati più di recente compaiono automaticamente in questo spazio usando questo campo ricerca:
    È necessario abilitare i cookie del browser per visualizzare le ultime quotazioni.
  • Notizie sulle quotazioni recenti

    •  
      Accedi per visualizzare le quotazioni nei tuoi portafogli.