Italia Markets closed

"Crocodile Dundee", il trailer del reboot in realtà è uno spot

Il sospetto c’era da qualche giorno ma ora è ufficiale. L’annunciato reboot di “Crocodile Dundee” è in realtà una pubblicità per il turismo in Australia. C’è però che chi il film adesso lo vuole lo stesso. Quando le prime clip sono circolate in rete, tutto lasciava pensare ad un nuovo film, con un cast d’eccezione, tar cui Russell Crowe, Margot Robbie, Hugh Jackman, Isla Fisher e Ruby Rose.

Il titolo era “Dundee: The son of a legend returns home”. La storia sarebbe stata quella del figlio di Dundee, che torna in Australia dagli Usa, per esplorare l’outback in cerca del padre. Non ci è voluto molto per capire che in realtà il trailer fosse una trovata pubblicitaria per promuovere il turismo locale. Durante la finalissima del Super Bowl 2018 – insieme alla messa in onda degli altri spot pubblicitari – è diventato chiaro che tutti i sospetti erano fondati.

Credits: Tourism Australia

Lo spot pubblicitario vede impegnati gli attori australiani Danny McBride (che interpreta il figlio di Dundee) e Chris Hemsworth che gli fa da cicerone portandolo a vedere le splendide spiagge del Paese, facendogli gustare il vino australiano nei migliori ristoranti. C’è spazio anche per un cameo di Paul Hogan, l’originale interprete di “Crocodile Dundee” che ha ceduto gratuitamente i diritti per l’utilizzo delle pellicola, contribuendo così a non far salire ulteriormente le spese per lo spot, già costato 27 milioni di dollari.

Nel costo va tenuto conto non solo lo spot andato in onda nel Super Bowl ma anche quello che ha impegnato anche gli attori, da Russel Crowe a Margot Robbie. Adesso, però, c’è chi il film lo vorrebbe vedere davvero. Capofila della crociata “pro reboot” si è schierato il magazine NT News, che ha lanciato una petizione online per sostenere la nuova pellicola che avrebbe un buon impatto sul turismo australiano.

Ti potrebbe interessare anche: