Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,94 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,26 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,44 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,42 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    -0,08 (-0,12%)
     
  • BTC-EUR

    47.105,57
    -1.744,96 (-3,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,29 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +0,70 (+0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,85 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8698
    +0,0015 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0952
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

CrowdFundMe: ricavi in crescita nel 2020, miglior risultato nella storia del portale

Alessandra Caparello
·1 minuto per la lettura

CrowdFundMe S.p.A portale di Equity Crowdfunding quotato su Borsa Italiana, alza il velo sui conti 2020 dal quale emergono ricavi per 864.748 €, contro i 420.415 € registrati nel 2019, il miglior risultato della storia di CrowdFundMe, pari a più del doppio del valore dell’esercizio precedente (+105,69%). Il valore della produzione si attesta a 967.483 €, considerando altri ricavi e proventi per 102.735 €, di cui proventi da credito d'imposta per 98.619 €, mentre l’EBITDA passa da -846.212 € a -503.628 €. Il Patrimonio Netto al 31 dicembre 2020 è pari a 1.310.765 € rispetto a 2.047.987 € al 31 dicembre 2019. “Il 2020 è stato un anno fondamentale per lo sviluppo della società – dichiara Tommaso Baldissera Pacchetti, Amministratore Delegato di CrowdFundMe – La nostra strategia di crescita si è rivelata efficace, come dimostra il netto aumento dei capitali raccolti a 17,4 milioni di euro, contro i 10 milioni del 2019. Quest’anno puntiamo a una ulteriore evoluzione, per trasformare CrowdFundMe in una piattaforma di Crowdinvesting a 360 gradi, in grado di offrire sia prodotti azionari, anche in ambito immobiliare, e prodotti obbligazionari. L’anno scorso è stato infatti un anno di rodaggio per i minibond, che nel corso del 2021 entreranno a pieno regime nella nostra attività”.