Italia markets open in 2 hours 8 minutes
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.240,59
    -511,03 (-1,78%)
     
  • EUR/USD

    1,1285
    -0,0034 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    50.888,72
    +2.363,43 (+4,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.433,91
    -21,50 (-1,48%)
     
  • HANG SENG

    23.797,22
    -283,30 (-1,18%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     

Crypto, Shiba Inu (SHIB): Dov’è il Migliore Livello per i Take Profit?

·2 minuto per la lettura

Il mese di ottobre 2021 passerà alla storia delle criptovalute per molteplici motivi, non solo per il record di tutti i tempi raggiunto dal Bitcoin sopra i 67000 dollari. Da ricordare a lungo sarà anche l’autentico assalto condotto da Shiba Inu al cripto-spazio, che l’ha condotto in soli 30 giorni a diventare – come riporta Coinbase – una delle prime 15 valute digitali per capitalizzazione globale. SHIB ha fatto registrare questo mese un sorprendente ROI del 550% in quattro settimane, scalando posizioni a grandi balzi sulle classifiche di preferenza degli operatori.

In base all’analisi stilata su AmbCrypto dall’esperto di criptovalute Saif Navqi, l’attuale resistenza/target più significativa andrebbe ricercata in zona $ 0.00005343. Tale resistenza rappresenta luogo di probabile avvio di prese di beneficio e, secondo quanto riferisce Navqi, mano a mano che i prezzi si avvicineranno al livello dovrebbero cominciare a risentire di un aumento progressivo della pressione in vendita. Attualmente i supporti di maggiore rilievo sono concentrati in zona $ 0.00004005.

Ignorati bellamente i segnali di ipercomprato

La brusca accelerazione in via di sviluppo dal 23 di questo mese ha avuto origine dalla rottura di un pattern rialzista denominato “pennant”. Tale pattern, idealmente rappresentabile da un cuneo all’interno del quale i prezzi comprimono progressivamente il proprio range di oscillazione, si era sviluppato nel corso di ben 16 sedute subito dopo una precedente fase di accentuata spinta al rialzo. E’ interessante peraltro rilevare che sia le indicazioni di ipercomprato fornite dall’RSI, sia il crossover ribassista sviluppatosi sul MACD, sono stati del tutto ignorati dai prezzi in fase di breakout del pennant, cui ha fatto seguito infatti una secca accelerazione del rincaro priva di interruzioni significative al suo interno.

Il sentiment degli operatori pare tuttora fortemente sbilanciato a favore del lato acquirente. Per il raggiungimento della summenzionata resistenza/target di quota $ 0.00005343 mancherebbe un ulteriore “colpo di reni” dell’11.5% circa. Saif Navqi riporta nella sua analisi anche la disposizione delle successive resistenze, nel caso si assistesse fin da subito ad ulteriori esplosioni del prezzo dello SHIB: si tratta dei livelli di proiezione di Fibonacci situati in corrispondenza di quota $ 0.0006169 e di quota $ 0.000007507.

La resistenza come redditizio punto di take profit

Per quanto riguarda l’attuale impostazione degli oscillatori, è da rilevare che l’RSI si è spinto ancora più in profondità nel territorio di ipercomprato. Il medesimo contesto è rilevabile anche sul MACD e sull’Awesome Oscillator. Questa configurazione delle metriche tecniche rafforza ovviamente la solidità della resistenza a $ 0.00005343 rendendola un punto di avvio ideale per le prese di beneficio. Il “vecchio” all-time high di quota $ 0.00004005 fungerebbe da supporto cruciale per il mercato in caso di avvio di una fase correttiva. Navqi ribadisce quindi che la regione della resistenza costituisce un redditizio livello di take profit per eventuali posizioni rialziste già aperte.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli