Italia markets open in 2 hours 3 minutes

Cura Italia, Confindustria Vicenza: bene Cig ma cose da rivedere

Bnz

Coronavirus, 18 mar. (askanews) - "Siamo i primi ad aver già fattivamente collaborato e ubbidito alle corrette restrizioni indicate dai vari DCPM. Lo scorso fine settimana si è anche sottoscritto un importante protocollo per la sicurezza e la salubrità dei luoghi di lavoro e lo stesso Presidente della Regione Luca Zaia, che sta giustamente facendo battere a tappeto il territorio dagli Spisal, ha detto che le aziende si stanno comportando bene e a seguito di questi controlli, finora, dalle mie associate che si affidano alle nostre indicazioni, ho ricevuto solo notizie di aziende in regola con lavoratori che si comportano con intelligenza e responsabilità, a cui non posso che fare i complimenti".

A dirlo il presidente di Confindustria Vicenza, Luciano Vescovi

"Fatta questa premessa - prosegue Vescovi - sul nostro atteggiamento e sulla volontà di dare il nostro contributo al Paese, leggendo il decreto Cura Italia ci sono tante cose da aggiustare. Sappiamo che comporta un grande sforzo, ma era necessario e qui va il nostro massimo plauso al Governo, estendere la cassa integrazione a tutti. Speriamo che i fondi bastino e siamo fiduciosi che verrà finanziato in caso di insufficienza".

"L'articolo inserito su Alitalia - ha poi concluso - grida vendetta al cospetto di tutte le attività che chiuderanno dopo questo disastro. È una vergogna gravissima di cui i contribuenti italiani si dovranno ricordare perché si stanno togliendo risorse al paese, a favore di pochi privilegiati, nel momento del bisogno più grande".