Italia markets close in 2 hours 12 minutes
  • FTSE MIB

    25.363,56
    +315,30 (+1,26%)
     
  • Dow Jones

    33.970,47
    -614,41 (-1,78%)
     
  • Nasdaq

    14.713,90
    -330,06 (-2,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.839,71
    -660,34 (-2,17%)
     
  • Petrolio

    70,61
    +0,32 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    36.576,50
    -703,43 (-1,89%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.074,81
    -59,57 (-5,25%)
     
  • Oro

    1.773,60
    +9,80 (+0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,1738
    +0,0011 (+0,09%)
     
  • S&P 500

    4.357,73
    -75,26 (-1,70%)
     
  • HANG SENG

    24.221,54
    +122,40 (+0,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.092,84
    +49,21 (+1,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8589
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0837
    -0,0042 (-0,38%)
     
  • EUR/CAD

    1,5014
    -0,0012 (-0,08%)
     

Curcio: gestione emergenziale non è acquisizione beni e servizi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 28 lug. (askanews) - "All'inizio dell'emergenza c'è stato un elemento fuorviante: noi, come Paese, all'inizio abbiamo confuso il tema della gestione emergenziale con il tema dell'acquisizione di beni e servizi, come le mascherine o i ventilatori. Quello è un pezzo importante, ma non è la gestione emergenziale. Gestire le emergenze è un mestiere, non è qualcosa che possiamo improvvisare. Serve una politica di gestione emergenziale, che parte dal dato, ma poi codifica altri elementi. Agli elementi tecnici vanno associati i passi di narrazione politica della gestione dell'emergenza". Lo ha detto Fabrizio Curcio, capo dipartimento della Protezione Civile, in un webinar di Riparte l'Italia con Luca Telese.

Parlando delle relazioni e delle tensioni tra Stato centrali e Regioni sulla gestione dell'emergenza, Curcio ha voluto precisare che "noi oggi riusciamo a gestire la situazione con molta maggiore omogeneità, ma alla fine dell'emergenza ci sarà da riflettere su quali sono le responsabilità dello Stato centrale e delle istituzioni locali in caso di un'emergenza diffusa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli