Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.261,14
    -305,71 (-1,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Cybersecurity: da meeting Techlaw allarme su avvelenamento dati

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 mag. (askanews) - Si è parlato degli ultimi attacchi hacker, cyber sicurezza, privacy e intelligenza artificiale oggi all'incontro italiano del TechLaw, meeting tra gli studi legali di tutto il mondo specializzati in nuove tecnologie, organizzato a Roma dallo studio legale e tributario internazionale Tonucci & Partners.

"L'attacco di oggi era stato annunciato già nei giorni scorsi: eravamo preparati", ha detto Gian Luca Berruti colonnello del nucleo speciale Tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di finanza: "I dispositivi di sicurezza che utilizziamo sono innovativi ed efficienti, gli attacchi non devono spaventarci anche perché negli ultimi mesi l'impegno delle istituzioni è stato costante così come la collaborazione tra l'agenzia, la direzione cibernetica e tutti gli operatori delle forze dell'ordine". Una collaborazione che unisce anche gli studi legali dei 48 Paesi del network TechLaw.

"Lo scopo del convegno è dare una visione completa della sicurezza e dell'intelligenza artificiale, confrontando gli orientamenti normativi a livello internazionale", ha spiegato Alessandro Vasta, partner di Tonucci & Partners e delegato di TechLaw, secondo quanto riporta una nota degli organizzatori. Privacy e sicurezza del Paese non possono essere distinte neanche per Luigi Carrozzi, funzionario dell'autorità Garante per la protezione dei dati personali, che ha spiegato: "È necessario controllare tutti i dati che si mettono in rete, soprattutto quelli personali perché, durante questi attacchi di poisoning vengono violati, avvelenati, e utilizzati per altri scopi. Il problema della cybersecurity, e in generale della sicurezza, è un argomento fondamentale per salvaguardare i diritti e le libertà".

Numerosi anche gli interventi dei rappresentanti degli studi legali stranieri. David Mirchin, presidente di TechLaw Group, dello studio israeliano Meitar Law Offices, ha illustrato le differenze normative tra Europa e il proprio Paese che ha delle norme più restrittive in materia di cybersecurity: "Ovunque i Big data devono essere meno disponibili e più protetti". Durante l'incontro si è parlato anche di rischi, minacce e misure per tutelare la riservatezza e l'integrità dei dati con Nadia Arnaboldi, coordinatrice del comitato scientifico dell'associazione italiana dei Data protection officer e Valeria Falce, consigliere giuridico del ministro dell'Innovazione tecnologica e della transizione digitale Vittorio Colao.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli