Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.572,82
    -23,52 (-0,07%)
     
  • Nasdaq

    10.952,48
    -62,41 (-0,57%)
     
  • Nikkei 225

    27.686,40
    -199,47 (-0,72%)
     
  • EUR/USD

    1,0504
    +0,0035 (+0,34%)
     
  • BTC-EUR

    16.013,86
    -305,93 (-1,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    394,77
    -7,27 (-1,81%)
     
  • HANG SENG

    18.814,82
    -626,36 (-3,22%)
     
  • S&P 500

    3.933,06
    -8,20 (-0,21%)
     

Da oggi primo ottobre e con i contagi in risalita il governo “libera” gli italiani ma non del tutto

Via le mascherine da oggi, primo ottobre, ma non dovunque
Via le mascherine da oggi, primo ottobre, ma non dovunque

La giornata di oggi segna una data importante: via le mascherine anti Covid ma non dovunque, ecco dove resteranno obbligatorie e per quali motivi. Il dato normativo è che da oggi primo ottobre e con i contagi in risalita il governo “libera” gli italiani ma non del tutto e lo fa con una decisione che mette al centro l’utilizzo normato dei dispositivi di protezione individuale contro il coronavirus in alcuni settori chiave della società.

Via le mascherine ma non dovunque

Si tratta di settori dove portare le mascherine sarà ancora obbligatorio per non meno di un altro mese. Lo stop alle mascherine è valido dunque sugli autobus e nei luoghi di trasporto pubblico, ma esse restano negli ospedali. Il 30 settembre è stato l’ultimo giorno in cui le mascherine anti-covid sono state obbligatorie nei luoghi di trasporto pubblico: l’annuncio del ministero era stato netto e la validità della norma non sarebbe stata prorogata nel settore dei trasporti.

La proroga per un mese, ecco dove

Una proroga che invece è avvenuta ad opera del ministro della Sanità Roberto Speranza e con apposito decreto per altre categorie-ambiti. Quali? Vide ancora la norma che obbliga all’utilizzo della mascherine negli ospedali, nella Rsa, nella residenze sanitarie e per anziani. Qui le mascherine saranno obbligatorie fino al 31 ottobre 2022: per tutti, visitatori, utenti, lavoratori.