Italia markets close in 4 hours 28 minutes
  • FTSE MIB

    21.790,13
    -311,10 (-1,41%)
     
  • Dow Jones

    30.946,99
    -491,31 (-1,56%)
     
  • Nasdaq

    11.181,54
    -343,06 (-2,98%)
     
  • Nikkei 225

    26.804,60
    -244,87 (-0,91%)
     
  • Petrolio

    112,56
    +0,80 (+0,72%)
     
  • BTC-EUR

    19.095,86
    -1.017,68 (-5,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    434,66
    -15,41 (-3,42%)
     
  • Oro

    1.825,60
    +4,40 (+0,24%)
     
  • EUR/USD

    1,0525
    0,0000 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    3.821,55
    -78,56 (-2,01%)
     
  • HANG SENG

    21.996,89
    -422,08 (-1,88%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.501,48
    -47,81 (-1,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    +0,0031 (+0,35%)
     
  • EUR/CHF

    1,0005
    -0,0111 (-1,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,3540
    -0,0083 (-0,61%)
     

Da un progetto europeo arriva WebApp per pescatori dell’Adriatico

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 giu. (askanews) - Una WebApp per monitorare la cattura di acciughe e sardine in Adriatico: è uno degli strumenti innovativi realizzati con il progetto europeo Interreg Italia-Croazia "ITACA" (Innovative Tools to increAse Competitiveness and sustainability of small pelagic fisheries), a cui ha partecipato anche Veneto Agricoltura in qualità di lead partner. Obiettivi dell'iniziativa, cofinanziata dall'Unione Europea, sono stati quelli di mettere a punto, testare e introdurre su larga scala strumenti capaci di rafforzare la competitività delle imprese del settore attive in Adriatico, favorendo l'introduzione della "blue innovation" e migliorando la sostenibilità delle attività di pesca. I risultati finali del progetto, avviato nel 2019, saranno presentati martedì 21 giugno a Venezia.

Il progetto si è concentrato sulle attività ittiche che interessano in particolare due specie dell'Adriatico - acciughe e sardine - che coprono una quota significativa di reddito delle marinerie di Italia e Croazia. La WebApp grazie a un modello statistico-matematico permette di prevedere il prezzo di vendita del prodotto ittico e, conseguentemente, di tarare lo sforzo di pesca su base giornaliera e/o mensile in riferimento alle richieste del mercato. L'utilizzo del modello è destinato agli operatori ittici per garantire una migliore gestione della loro attività e, nel lungo periodo, la sostenibilità della pesca in Adriatico.

Inoltre, sempre grazie al progetto "ITACA", la cooperazione tra le organizzazioni di pesca di pesce azzurro operanti in Adriatico ha incentivato la creazione di un cluster, vale a dire una sorta di network tra operatori, con l'obiettivo di rendere più competitivi i prodotti dell'Adriatico anche sui mercati internazionali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli