Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.299,50
    +1.548,68 (+3,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

Daimler corre nel primo trimestre con l'accelerazione sul premium elettrico

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

La netta accelerazione sull'elettrificazione della gamma - ieri la presentazione della nuova ammiraglia Eqs, la prossima settimana tocca al Suv familiare Eqb - fa bene ai conti del gruppo Daimler che oggi ha comunicato risultati preliminari per il primo trimestre "significativamente al di sopra delle aspettative del mercato", guidati dalla combinazione favorevole di prezzi più elevati (come appunto nel caso dei modelli elettrificati) e dalla forte domanda, in particolare in Cina, il tutto combinato con significative riduzioni dei costi fissi.

Nei primi tre mesi dell'anno Daimler ha registrato quindi un utile di gruppo prima degli interessi e delle tasse per 5,75 miliardi di euro (rispetto a un consenso degli analisti di 4,96 miliardi) mentre l'utile trimestrale corretto è stato di 4,97 miliardi (stima di 3,99 miliardi)

"Lo slancio favorevole delle vendite di Mercedes-Benz Cars guidato da tutte le principali regioni, in particolare dalla Cina, ha fortemente sostenuto il mix di prodotti e i prezzi nel primo trimestre 2021", spiega Daimler in una nota. A trainare i risultati l'andamento della divisione Cars&Vans con un Ebitda di 4,08 miliardi e un margine del 14,3%. La divisione ha anche registrato spese per 75 milioni legate per procedimenti legali e spese per 292 milioni per il processo di ristrutturazione in atto. Risultati migliori delle stime anche per Daimler Trucks & Buses con un Ebit di 1,041 miliardi e un margine del 6,0%. Bene anche la divisione Daimler Mobility con un Ebit di 744 milioni e un RoE rettificato al 18,7%.

In attesa dei risultati trimestrali completi - che saranno diffusi il ​​23 aprile - l'ad Ola Källenius ha sottolineato uno scenario "molto incoraggiante: la nostra offerta di veicoli elettrici di lusso ad alta tecnologia è ricca, il lancio dell'EQS è solo l'inizio mentre gli sforzi per abbassare il break-even stanno diventando sempre più visibili".

In attesa dello scorporo annunciato entro fine 2021 - con la nascita di due entità separate, Mercedes-Benz e Daimler Truck - il trimestre in corso dovrebbe registrare ulteriori miglioramenti grazie al lancio di modelli ad alta redditività, come l'Eqs, la prima berlina di lusso 100% elettrica del gruppo e anche la prima a sfruttare una nuova piattaforma modulare per modelli alto di gamma.

Equipaggiata con motori da 245 e 385 kW (ma è in preparazione anche una versione da 560 kW) la Eqs offre una autonomia nel ciclo Wltp fino a 770 chilometri e segna il debutto di una nuova generazione di batterie ad alta densità, con una capacità - nella versione più potente - fino a 107,8 kWh di energia utilizzabile, ovvero il 26% in più della Eqc. A facilitare l'esperienza di utilizzo, la Eqs può essere ricaricata presso le colonnine 'fast' fino a 200 kW con un recupero di 300 km di autonomia in appena 15 minuti.