Italia Markets open in 8 hrs 25 mins

Daimler Mercedes: taglio a 10.000 posti di lavoro

Federica Pace

In arrivo una “sforbiciata” di posti di lavoro al brand automobilistico Daimler Mercedes.

Scopriamo tutti i dettagli in questa guida di Trend Online.

Daimler Mercedes: nuove necessità per l’iconico brand automobilistico

Le nuove regole internazionali obbligano molte aziende, soprattutto quelle del settore automotive, a indirizzare la propria strategia produttiva rispettando sempre più i parametri eco-friendly e ad ottimizzare i costi di produzione.

Il risultato è un nuovo modo di impostare la strategia produttiva, indirizzandola maggiormente verso una mobilità di tipo elettrico.

Logica conseguenza di questo cambiamento è l'elaborazione di nuovi piani industriali e l’implementazione delle strategie produttive di molte aziende, soprattutto quelle leader del mercato.

È il caso del brand Daimler, la società controllante della Mercedes Benz, che per ottemperare a questi obblighi e aumentare gli investimenti nella produzione di auto elettriche,  ha dovuto annunciare ufficialmente dei tagli in due settori della propria catena produttiva.

Daimler Mercedes “taglia” 10.000 posti di lavoro

Il primo e più grande mutamento strategico è il “taglio” di 10.000 posti di lavoro, in particolare del numero di operai semplici e specializzati, circa il 3% del totale.

Il secondo riguarda il taglio del 10% delle figure impiegatizie nel settore amministrativo dell'azienda su scala globale.

Il programma industriale della Daimler/ Mercedes prevede il taglio dei dipendenti nell'arco di un triennio, secondo le dichiarazioni dei dirigenti che affermano che il taglio dei 10.000 dipendenti si rende necessario per ridurre i costi, operazione necessaria per la transizione verso la mobilità elettrica.

Secondo i dati, i 10.000 dipendenti che perderanno il posto di lavoro, corrispondono al 3% del totale del gruppo su scala mondiale, ovviamente questa decisione ha suscitato molte polemiche riguardo alla strategia adottata dall'azienda.

Reazioni alla notizia

Dal momento dell'annuncio del taglio dei dipendenti, le reazioni negative non sono tardate ad arrivare, sia da parte di sindacati che da parte delle associazioni dei lavoratori.

Questo ha portato in poco tempo il titolo della società in borsa a un ribasso del 1,37%.

Le associazioni incolpano i dirigenti della Daimler/ Mercedes: i manager sapevano da tempo di dover reindirizzare la produzione dell'azienda verso la mobilità elettrica e, di conseguenza, non hanno attivato in precedenza strategie produttive diverse.

Le strategie degli altri brand automobilistici

Il problema del cambio di produzione delle automobili che, nel giro di qualche anno dovranno passare sempre più all’elettrificazione, è un problema che riguarda molte aziende non solo la Daimler/ Mercedes.

Anche altri colossi tedeschi delle automobili ovvero la Volkswagen e la BMW si trovano nella stessa condizione della Mercedes, infatti entrambe le aziende hanno recentemente annunciato i nuovi piani di produzione per i prossimi cinque anni.

Anche la Volkswagen e la BMW nel loro piani industriali prevedono un taglio dei costi e quindi dei posti di lavoro.

Ad esempio, la Volkswagen ha annunciato un taglio di 9.500 dipendenti dell'Audi , che sono pari al 10% del totale su scala globale.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online