Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.022,04
    -461,68 (-1,34%)
     
  • Nasdaq

    15.254,05
    -283,64 (-1,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.935,62
    +113,86 (+0,41%)
     
  • EUR/USD

    1,1322
    -0,0017 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    50.276,07
    -623,65 (-1,23%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.442,71
    -26,37 (-1,79%)
     
  • HANG SENG

    23.658,92
    +183,66 (+0,78%)
     
  • S&P 500

    4.513,04
    -53,96 (-1,18%)
     

Dal Superbonus 110% al bonus facciate, tutte le proroghe

·1 minuto per la lettura

Nella prossima manovra ci sarà la proroga al 2023 del Superbonus, ma riguarderà solo i lavori per i condomini e resterebbe esclusa gli immobili unifamiliari, ville e villette. Anche di questo, ricorda Studicataldi.it, si parla nel Documento programmatico di bilancio, pilastro della legge di Bilancio 2022. Quindi resta il Superbonus 110% che verrà rifinanziato fino al 2023 con i fondi del Recovery fund. Si tratterà di una misura relativa solo ai condomini e le ex case popolari, destinata poi a calare fra due anni fino a quota 65%.

Bonus edilizi, quali restano?

Gli altri bonus edilizi fino al 2024 mentre per il bonus facciate la sua conclusione è fissata al 2022. Confermati anche ecobonus al 65% e sconti al 50% per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici green. Non c'è traccia, al momento, del bonus facciate. A rischio lo sconto in fattura e la cessione crediti per le agevolazioni che non siano il 110%.

Bonus edilizi, sconto in fattura e cessione crediti?

Uno dei nodi da sciogliere è quello delle opzioni sconto in fattura e cessione crediti. L'orientamento dei tecnici del ministero dell'economia è di mantenere l'opzione cessione/sconto o detrazione tradizionali per il 110% mentre sulle altre detrazioni si vorrebbero togliere sia sconto sia cessione anche se alla fine potrebbe prevalere una linea più politica e mantenere le procedure.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli