Dalla crisi politica opportunità di acquisto non solo in Borsa

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
RBS.L301,10-1,10
PYX.BE33,440,00
BANCA.SN6.448,04-62,70

Dopo il netto calo della vigilia, quando l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) è riuscito comunque a limitare le perdite rispetto a quelle segnate nel corso della seduta, chiudendo la giornata con un ribasso di oltre due punti percentali, tornano gli acquisti a Piazza Affari. Dopo ben quattro sedute consecutive di vendite, l’indice delle blue chips riesce a ritrovare la retta via, riportandosi poco al di sopra dei 15.500 punti, con un vantaggio dell‘1,06%. Si ellantano le tensioni anche sul fronte obbligazionario, con lo spread BTP-Bund che si riporta al di sotto dei 350 punti base e viene scambiato ora a 349,34 basis points, con un ribasso di oltre due punti percentuali rispetto al close di ieri. Resta in primo piano la crisi politica che ormai domina la scena da alcune giornate e che in particolare ieri ha creato scompiglio sul mercato italiano dopo che Monti ha annunciato le dimissioni una volta che sarà stata approvata la legge di stabilità. E’ probabile però che a Piazza Affari si registri ancora una fase di volatilità e di instabilità finanziaria, come segnalato dagli analisti di Royal Bank of Scotland (Londra: RBS.L - notizie) che prospettano un simile scenario sia in caso di vittoria del PD alle prossime elezioni, sia qualora si conferica un secondo mandato a Mario Monti. Per il broker in caso di vittoria del centro-sinistra, i mercati sarebbe dubbiosi sulla tenuta del Governo e sulla volontà di proseguire lungo il sentiero delle riforme avviato dal Governo tecnico. Un secondo mandato a Mario Monti sarebbe invece conferito solo in seguito ad un periodo di forti tensioni sui mercati. A detta di Royal Bank of Scotland, lo scenario migliore per la competitività del nostro Paese, sarebbe quello di un Monti-bis, anche se questa ipotesi si concretizzerebbe solo dopo una forte pressione da parte del mercato nei mesi a venire. Gli analisti attribuiscono una probabilità del 55% alla vittoria del PIL, mentre solo del 25% ad un trionfo del centro-destra e del 20% all’ipotesi di un Monti-bis.

, In caso di vittoria del partito guidato da Pier Luigi Bersani, il nostro Paese non richiederà l’attivazione dell’Omt (CDNX: OMT.V - notizie) da parte della Banca (Santiago: BANCA.SN - notizie) centrale europea. Secondo Royal bank of Scotland l’economia italiana vanta diversi punti di forza, quali gli elevati risparmi, un sistema bancario di dimensioni relativamente contenute e un basso indebitamento dei privati. Gli esperti però segnalano che sarà necessario proseguire con le riforme avviate dal Governo tecnico, perchè in mancanza di ciò la domanda dei BTP potrebbe subire subito un calo, mentre la domanda interna dovrebbe rimanere sostanzialmente stabile. Di sicuro la formazione di un Governo stabile da parte del PD avrà come effetto quello di calmare i mercati e spazzar via la volatilità sugli spread. In questa direzione Royal Bank of Scotland suggerisce di posizionarsi per un restringimento degli spread nell’area euro, visto che le attese sono anche per maggiori misure politiche che permettano di ridurre i rischi dell’area euro e del suo sistema bancario. La scomessa di Royal Bank of Scotland in merito all’esito delle prossime elezioni politiche in Italia è condivisa anche dai colleghi di Schroders (Berlino: PYX.BE - notizie) . Questi ultimi ritengono molto improbabile un ritorno di Berlusconi, convinti che sia difficile pensare che la sua campagna populista, anti-auserity e anti-tedesca, possa prendefe piede in Italia. Visto che si scommette sulla vittoria di un partito che non si allontanerà di molto dal cammino percorso dal Governo Monti, gli esperti di Schroders credono che ci siano altre opportunità di acquisto sui BTP e sui titoli azionari di Piazza Affari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09%  

Ultime notizie dai mercati