Italia Markets close in 47 mins

Dall'Erc 12 mln per la Via Lattea

webinfo@adnkronos.com

Un finanziamento da 12 milioni di euro per Ecogal, il progetto che studia l'ecosistema della Via Lattea. Ad assegnarlo è stato il Consiglio Europeo per le Ricerche (Erc) ed il finanziamento è parte dei 363 milioni di euro assegnati quest’anno dall'Erc nell’ambito dei Synergy Grants per la ricerca e l'unico riguardante le Scienze dello spazio. Lo studio dell’ecosistema della nostra Galassia premia anche lo scienziato italiano Sergio Molinari dell'Isituto Nazionale di Astrofisica, uno dei quattro principal investigator di Ecogal. 

L'obiettivo di Ecogal è ambizioso: realizzare il primo modello predittivo completo sulla formazione delle stelle e dei dischi protoplanetari nella Via Lattea. E a puntare a questa meta sono quattro gruppi di ricerca sparsi in tutta Europa e l'Inaf è alla guida di uno dei quattro team di Ecogal con il principal investigator Sergio Molinari.  

 

"I progetti Synergy, parte del programma di finanziamento europeo alla ricerca Horizon 2020, sono particolarmente importanti perché vengono assegnati in modo coordinato per affrontare un tema fondamentale che nessun gruppo di ricerca può sperare di affrontare singolarmente" commenta Molinari.  

Il progetto Ecogal mette dunque a fattor comune le competenze di quattro gruppi europei leader nel campo teorico ed osservativo per seguire l’evoluzione delle strutture di gas e polveri dall’intero disco Galattico fino ai dischi protoplanetari, attraversando decine di ordini di grandezza in dimensioni fisiche e densità. L’obiettivo davvero ambizioso degli scienziati europei è quello di realizzare il primo modello predittivo completo della formazione stellare nella Via Lattea. 

"Mi congratulo con Sergio Molinari e tutto il team Inaf coinvolto in un progetto così ambizioso, che vedrà anche l’utilizzo sinergico di strumenti da Terra e dallo spazio in cui il nostro Istituto Nazionale di Astrofisica ha un ruolo rilevante" commenta il presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, Nichi D’Amico.