Italia markets close in 1 hour 25 minutes
  • FTSE MIB

    25.426,14
    +377,88 (+1,51%)
     
  • Dow Jones

    34.184,85
    +214,38 (+0,63%)
     
  • Nasdaq

    14.792,17
    +78,27 (+0,53%)
     
  • Nikkei 225

    29.839,71
    -660,34 (-2,17%)
     
  • Petrolio

    70,40
    +0,11 (+0,16%)
     
  • BTC-EUR

    36.657,99
    -1.145,41 (-3,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.078,27
    +14,42 (+1,36%)
     
  • Oro

    1.775,50
    +11,70 (+0,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1733
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.378,72
    +20,99 (+0,48%)
     
  • HANG SENG

    24.221,54
    +122,40 (+0,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.105,80
    +62,17 (+1,54%)
     
  • EUR/GBP

    0,8585
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,0836
    -0,0043 (-0,40%)
     
  • EUR/CAD

    1,5020
    -0,0006 (-0,04%)
     

Damiano con la borsa Jackie di Gucci, adesso di te desideriamo proprio tutto (accessori inclusi)

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Sergione Infuso - Corbis - Getty Images
Photo credit: Sergione Infuso - Corbis - Getty Images

Icona di stile, simbolo della moda genderless e in vetta alle classifiche musicali mondiali. Damiano dei Maneskin è apparso con una borsa Gucci sotto il braccio. L'occasione? Un bagno di gloria nella sua città. I Maneskin da Monteverde e da Bravetta sono saliti da San Pietro in Carcere a Palazzo Senatorio per incontrare la sindaca di Roma Virginia Raggi. Il primo atto del cerimoniale in due tempi — chiacchierata con la Raggi e consegna della Lupa Capitolina, la massima onorificenza della città — che porta i componenti del gruppo rock dentro i palazzi del potere capitolino. E poco male se le loro sono canzoni di provocazione e protesta. Al festival di Sanremo hanno vinto, la frontiera è già stata varcata con successo. Quattro come i Beatles di cui rievocano lo stile in questa occasione ufficiale. Total look firmato Gucci con giacche lunghe e pantaloni svasati nelle nuance di grigio e marrone: con macchie bordeaux per Victoria De Angelis, camicia gialla per Ethan Torchio e accollata beige con fiocco per Thomas Raggi. In total look rosso-mattone Damiano David e per lui, come per Victoria, borsa abbinata. Non una borsa qualunque ma "LA" borsa: la Jackie 1961 di Gucci.

Photo credit: SGP Italia
Photo credit: SGP Italia

Esistono legami – come quelli con una borsa Gucci – che scandiscono il passaggio delle generazioni, il fluire delle decadi (ma non il dissolversi delle tendenze), il desiderio impellente di continuare ad avere QUELLA borsa, e nient’altro. Si potrebbe pensare che iconicità e stile signature di un accessorio senza tempo nascano solo per circostanze fortuite e che dietro non ci sia nulla di strategico: si pensa bene. Ma la fortuna in sé - senza il savoir-faire inteso come “sapere fare” (bene, secondo la migliore tradizione italiana) una borsa – in questa circostanza non avrebbe modo d’esistere. Attingendo agli archivi della maison, la borsa indossata da Damiano dei Maneskin, con la quale già in passato era stato immortalato Harry Styles - e con lui anche il nostro Achille Lauro - è il modello Jackie 1961.

La Jackie 1961 è la reincarnazione contemporanea della hobo bag, e ha debuttato nella sfilata della collezione Gucci moda Autunno Inverno 2020 2021. Inizialmente creata nel 1961, la hobo Jackie è amatissima per la forma bombata, la chiusura a pistone e quel simbolismo chiave del lifestyle tipico del jet-set Anni 60 e 70 di cui è stata sempre portavoce. In particolare fu Jackie Kennedy ad innamorarsene tanto che venne fotografata così spesso con questa borsa, che finì per cambiarle il nome, e per tutti divenne The Jackie. Componente essenziale della famiglia di borse Gucci da sempre, la Jackie è stata reinterpretata più volte nel corso degli anni. La sua ultima interpretazione, disegnata dal direttore creativo Alessandro Michele, è la Jackie 1961 presentata in dimensioni anche più piccole e abbinata a molti dei look della collezione, a suggerirne nuovi usi.

Photo credit: SGP Italia
Photo credit: SGP Italia

Per ribadire ancora una volta il concetto di gender fluidity caro alla band, Damiano David ha scelto un completo in velluto mattone con giacca a doppio petto, revers a lancia e dettaglio label “Gucci Eschatology” sulla manica, camicia in seta rosa con motivo G check e booties in pelle grigia con dettaglio GG chain oro, tutto della collezione Gucci Ouverture. A completare il look, borsa Jackie 1961 in pelle bordeaux con finiture in pelle blu e chiusura a pistone oro e orecchino singolo con fiore e croce. Adattando un capo d’archivio alla modernità, sempre più propensa all’abbattimento delle barriere di genere, Damiano David con la Jackie 1961 al braccio rinnova l’heritage di Gucci rendendolo fresco, attuale, e socialmente coinvolto. Questa borsa riassume il primo quinquennio di Alessandro Michele come direttore creativo del brand, esprimendo ancora una volta il suo amore per il classicismo vintage e la sua volontà di creare capi-statement per una società inclusiva, comprensiva e, in ogni aspetto, ideale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli