Italia markets open in 8 hours 17 minutes
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1847
    -0,0021 (-0,18%)
     
  • BTC-EUR

    33.648,14
    +981,09 (+3,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    977,06
    +50,30 (+5,43%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     

Danni al tabacco nel Basso Veronese per forti grandinate

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 lug. (askanews) - A pochi giorni di distanza la grandine colpisce ancora e torna a fare danni. A farne le spese stavolta è soprattutto il tabacco, coltura concentrata in Veneto nel Basso Veronese con quasi 3.000 ettari, una settantina di aziende e una produzione annua che supera le 12.000 tonnellate. Le zone colpite sono tra Oppeano, Bovolone, Salizzole e Isola della Scala. Danni anche ai pomodori e al mais.

"La grandinata di ieri alle 19 è stata micidiale - riferisce Vittorio Soldi, vicepresidente dei tabacchicoltori di Confagricoltura Verona - I chicchi sono scesi a raffica sulle foglie del tabacco, che è nella fase delicata della fioritura, frantumandole e spezzandole. Nella mia azienda ho il dieci per cento di piante colpite. In alcuni casi i danni sono al cento per cento e quindi bisognerà tagliare tutto. Tante altre piante sono state piegate dal vento e bisognerà lavorare per raddrizzarle. In questa fase avevamo impiegato tanta manodopera, con parecchie spese, e ora vediamo tutto il nostro lavoro e i nostri sacrifici buttati via".

Grandi perdite anche per Ferdinando De Togni, a Bovolone: "Su 120 ettari 40 sono stati colpiti dalla grandine - dice -. Altri 24 ettari in Comune di Raldon sono stati danneggiati dal vento. Nei prossimi giorni usciranno i tecnici per quantificare l'entità del danno, però è una bella mazzata. Anche il mais nella zona di Salizzole ha ricevuto una bella "cresima", con piante spezzate e pannocchie spaccate. A Bonavicina e isola Rizza, invece, non è scesa neanche una goccia. Il meteo è davvero imprevedibile".

Grandine anche sull'Alto Lago, tra Torri, Castion e Costermano, ma danni non ingenti e concentrati su pochi vigneti. Nell'Est Veronese pochi danni segnalati ai vigneti. Qualche giorno fa le tempeste avevano colpito le zone di Villafranca e Verona Est, danneggiando pesche e kiwi, già decimati dalla gelata di inizio aprile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli